Campi magnetici nel cervello per alleviare l’ansia

Un gruppo di ricercatori dell’Università dell’ospedale di Würzburg ha dimostrato che stimolare magneticamente una specifica regione del cervello può aiutare a ridurre il livello di ansia.
Secondo il professor Martin J. Herrmann, psicologo presso il Centro di salute mentale dell’Ospedale universitario di Würzburg, “la terapia comportamentale cognitiva è un’ottima opzione di trattamento” ma la stimolazione magnetica del cervello migliora la risposta.

Ciò vale anche per i casi di ansia, come quelli classici quando ci si imbarca su un aereo, che possono portare a vere e proprie crisi, oppure quelli che nascono quando si entra in un ascensore.
Utilizzando la cosiddetta stimolazione magnetica transcranica sono stati infatti osservati ottimi risultati sui partecipanti allo studio.

Secondo il professor Herrmann, la stimolazione magnetica del lobo frontale del cervello umano può aiutare a contenere l’ansia.
Lo studio è stato effettuato su 39 partecipanti che abitualmente avvertivano una forte paura delle altezze. I partecipanti sono stati portati a credere di trovarsi a determinate altezze tramite un sistema di realtà virtuale: gli esperimenti avrebbero dimostrato che stimolando proprio il lobo frontale la risposta terapeutica veniva accelerata.

Fonti e approfondimenti

Articoli simili




Commenta per primo

Rispondi