Dinosauri australiani sopportarono oscurità e temperature freddissime

I dinosauri che una volta erano presenti nell’Area dell’attuale stato di Victoria, in Australia, circa 120 milioni di anni fa sopravvissero a periodi di temperature molto basse, con la temperatura che andava sotto lo zero durante i periodi invernali, e probabilmente lunghi periodi di oscurità, tipiche delle zone polari terrestri. Quella zona che ora è battuta dal forte sole australiano, infatti, una volta faceva parte del Circolo Antartico e vantava temperature medie annuali vicino allo zero.

A confermare la cosa è una ricerca pubblicata su Scientific Reports che si basa sulle analisi della microstruttura del tessuto osseo dei resti di due dinosauri ipsilofodontidi, vissuti nella zona dell’attuale Australia più di 120 milioni di anni fa.
I paleontologi sono stati in grado anche di determinare l’età individuale dei campioni esaminati e i tassi di crescita annuale esaminando in particolare le ossa che mostravano una crescita simile a quella degli alberi, con anelli concentrici che aumentavano di numero col passare degli anni.

Secondo i paleontologi, la crescita si rivelava più rapida durante i primi tre anni di vita e già a sei o sette anni di età i dinosauri potevano considerarsi completamente cresciuti.
Si tratta dunque di veri e propri dinosauri polari che prosperarono in ambienti più che stressanti.

Fonti e approfondimenti




Commenta per primo

Rispondi