Donne usano pettegolezzi per competere per l’attenzione dell’uomo

Il pettegolezzo è un’arma utilizzata da parte delle donne per sfidare le potenziali rivali nelle competizioni per ottenere l’attenzione di un uomo. È il risultato di una ricerca condotta da Adam Davis dell’Università di Ottawa in Canada secondo cui il pettegolezzo stesso risulterebbe un’abilità sociale altamente evoluta nonché una tattica di concorrenza intrasessuale essenziale per i rapporti interpersonali.

Lo studio, pubblicato su Evolutionary Psychological Science fornisce dunque la prima prova riguardo al legame tra la concorrenza intersessuale e i pettegolezzi, evolutisi in particolare come un modo abbastanza efficace per sapere e conoscere più informazioni sugli altri o anche per far rispettare le norme del gruppo. Proprio per queste caratteristiche, i pettegolezzi possono essere utilizzati per conoscere meglio i concorrenti nel contesto di una possibile relazione sentimentale o sessuale e per metterne in discussione la reputazione.

Lo studio si è avvalso dell’analisi di 290 studenti eterosessuali canadesi con un’età compresa tra i 17 e i 30 anni e sui questionari a cui questi ultimi hanno risposto. In particolare è stato misurato il livello di competitività tra i membri dello stesso sesso. Si è inoltre scoperto che le donne sono caratterizzate da una maggiore tendenza al pettegolezzo rispetto agli uomini e che godono molto di più dei risultati di questa “arte” rispetto ai maschi.

I classici “discorsi tra donne”, sempre secondo l’analisi dei questionari, riguardano principalmente l’aspetto fisico dell’uomo e le informazioni di tipo sociale. Inoltre spettegolare risulta anche essere un’attività costruttiva nel senso che più si spettegola più la capacità di creare e diffondere pettegolezzi aumenta. Il pettegolezzo si rivela dunque un’abilità sociale essenziale per i rapporti interpersonali 0e non tanto un difetto del carattere.

Fonti e approfondimenti

Articoli simili




Commenta per primo

Rispondi