Pesci con pinne raggiate tra gli animali più resistenti della Terra: sopravvissero a quattro estinzioni di massa

Fossili di attinotterigi (credito immagine: Fiann Smithwick, University of Bristol)

I pesci con pinne raggiate, meno conosciuti con il nome scientifico di Attinopterigi, sono caratterizzati dal fatto che, a differenza degli altri pesci, posseggono delle pinne sostenute da raggi ossei o cartilaginei paralleli tra loro.
Una nuova ricerca, condotta da Fiann Smithwick della School of Earth Sciences dell’Università di Bristol e da altri suoi colleghi, conferma che si tratta di una delle specie animali più resistenti della Terra.

I pesci con pinne raggiate sono infatti sopravvissuti a ben quattro eventi di estinzione di massa avvenuti durante il Fanerozoico (sostanzialmente gli ultimi 542 milioni di anni) che hanno cancellato dalla faccia della terra molte altre specie animali, comprese molte altre specie di pesci.
La ricerca si è soffermata soprattutto sulle estinzioni del Permo-Triassico e del Triassico finale. Il team ha osservato che durante queste fasi la forma del loro corpo è cambiata sebbene non sia stata sostanzialmente stravolta.

Lo stesso Smithwick ci tiene a specificare che questi due grandi eventi di massa non hanno significato quasi nulla per gli Attinopterigi. Questi ultimi non hanno subito alcun impatto negativo e ciò risulta straordinario se si pensa che si parla di due estinzioni globali e che in particolare la prima, quella del Permo-Triassico, ha spazzato via oltre il 90% delle specie marine.
Come questi pesci abbiano resistito indenni a tali catastrofi ambientali, dovrà essere ancora oggetto di ampio studio.

Fonti e approfondimenti




Commenta per primo

Rispondi