Portland regolarizzerà traffico delle auto senza conducente

In un comunicato, i vertici istituzionali della città americana di Portland hanno dichiarato che la città inizierà ad imbastire nuovi regolamenti per permettere alle auto senza conducente di poter circolare tra le strade cittadine.
Secondo il sindaco Ted Wheeler “la tecnologia sta arrivando” ed è quindi bene giocare d’anticipo per non farsi letteralmente sorpassare.
Insieme al suo assessore ai trasporti, il sindaco sta cercando di creare delle nuove policy che permetteranno di aprire le strade della città alle autovetture a guida autonoma.

Dopo una prima fase di test, verranno assegnati i primi permessi grazie ai quali i produttori di auto senza conducente potranno segnalare all’apposito ufficio comunale le date e le modalità con cui i veicoli circoleranno.
Si valuta, inoltre, come poter offrire servizi di trasporto pubblico equi e come poter offrire un sostegno finanziario a tutte quelle imprese, per lo più start-up, che stanno realizzando nuovi veicoli a guida autonoma, in particolare quelle impegnate nella produzione di navette e autobus.

Il sindaco si ripromette nel giro di due anni di regolarizzare il transito delle auto senza conducente nella sua città.
Si tratta di una notizia certamente positiva in quanto tutte queste aziende che stanno sviluppando, spesso all’interno di un ufficio o di un piccolo circuito chiuso, le proprie auto a guida autonoma con i relativi software non possono testare le proprie creazioni in ambiente cittadino. Dato che si tratta di software perlopiù basati sul machine learning, va da sé che senza numerosi test in ambienti reali, risulterà sempre difficile poter affinare in maniera risolutiva i vari bug e tutte le cose che non funzionano.

Fonti e approfondimenti

Articoli simili




Commenta per primo

Rispondi