20 nuove specie di moscerini scoperte in Brasile

Le specie scoperte sono endemiche della zona della Foresta Atlantica (evidenziata con i confini in giallo) del Brasile (credito: Olavi Kurina)

Quella del Brasile, oltre a detenere il 15-20% della biodiversità terrestre, è un’area con tantissime specie endemiche, molte delle quali ancora sconosciute.
Una nuova ricerca, ad esempio, descrive 20 nuove specie di moscerini del genere Manota, appartenenti alla famiglia dei moscerini fungini (Mycetophilidae), endemiche soprattutto della zona della Foresta Atlantica (la zona costiera meridionale del paese).

Si tratta di piccoli moscerini lunghi da 1,53 mm. Le differenze di specie si trovano sostanzialmente negli esemplari maschi, come dichiara Olavi Kurina dell’Università estone di scienze della vita, l’autore della ricerca.
La stessa ricerca ha anche analizzato 12 specie già precedentemente descritte.

Si tratta del primo studio approfondito del genere Manota in Brasile ed è stato realizzato in collaborazione con l’università di Turku e con l’Università di San Paolo. Il relativo studio è stato pubblicato sulla rivista Zootaxa.

Elenco

Le specie scoperte sono:

  • Manota abbreviata
  • Manota atlantica
  • Manota carioca
  • Manota cavata
  • Manota hirta
  • Manota lamasi
  • Manota lanei
  • Manota nordestina
  • Manota oliveirai
  • Manota paniculata
  • Manota papaveroi
  • Manota periotoi
  • Manota perparva
  • Manota pseudoiota
  • Manota rostrata
  • Manota sanctavirginae
  • Manota securiculata
  • Manota silvai
  • Manota tavaresi
  • Manota unispinata

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi