200 milioni di anni fa vita nei mari si estinse a causa di un meccanismo duplice

Credito: John A. Anderson, Shutterstock, ID: 1187183584

Ulteriori fattori, precedentemente non noti, che potrebbero aver concorso alle estinzioni di massa della fine del triassico (all’incirca 201 milioni di anni fa) sono stati individuati in un nuovo studio condotto da ricercatori della Curtin University. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Geology.[1]

Come spiega Calum Peter Fox, ricercatore della School of Earth and Planetary Sciences alla Curtin, l’autore principale dello studio, è noto che alla fine del triassico c’è stato un aumento notevole di CO2 nell’aria causato da un’attività vulcanica più o meno improvvisa. Si crearono condizioni nettamente sfavorevoli per la vita e quindi ci furono estinzioni di massa. Tuttavia ci sono stati dei fattori molteplici che hanno concorso alle estinzioni della vita marina in questo periodo.

Gli ulteriori fattori sono da individuare nel maggior livello di acidificazione, che portò in particolare all’annientamento di quasi tutte le specie marine che utilizzavano il carbonato di calcio per formare le conchiglie o altre parti del corpo, e nell’aumento del livello di idrogeno solforato, che concorse ad annientare la vita delle altre specie.

I ricercatori hanno infatti eseguito analisi di biomarcatori vari di resti fossili calcarei per dedurre l’avvento di condizioni euxiniche nei mari. Si tratta di condizioni provocate da eventi anossici che producono una mancanza di ossigeno e un innalzamento del livello di idrogeno solforato libero. Oltre a questo gli scienziati hanno individuato una maggiore acidificazione dei mari. Questi due fattori, causati dalle intense attività della provincia magmatica dell’Atlantico centrale, portarono hanno un meccanismo duplice di estinzione di massa del triassico finale.

Secondo quanto spiega il comunicato della Curtin, queste scoperte potrebbero essere utili per comprendere meglio anche il nostro ambiente e gli ecosistemi attuali in relazione al riscaldamento globale in corso, in particolare riguardo a ciò che dovremmo aspettarci nel futuro con l’aumento dei livelli di anidride carbonica.

Note

  1. Two-pronged kill mechanism at the end-Triassic mass extinction | Geology | GeoScienceWorld (DOI: 10.1130/G49560.1)

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Data articolo