2019 secondo anno più caldo a livello globale, più caldo in assoluto per Europa

I sospetti erano molto alti già da diversi giorni se non settimane ma ora, dopo i dati rilasciati dal Copernicus Climate Change Service (C3S), la notizia diventa ufficiale: il 2019 stato il secondo anno più caldo mai registrato a livello globale dopo il 2016 e ciò che colpisce e che è stato il più caldo in assoluto per quanto riguarda l’Europa.
Nel 2016 le temperature si rivelano più alte anche a causa dell’evento meteorologico denominato El Niño, evento che non ha caratterizzato il periodo dell’anno scorso, cosa che fa diventare il dato ancora più allarmante.

2019 più caldo di 0,6° rispetto al periodo 1981-2010

Le temperature globali nel corso del 2019 sono state di 0,6 °C più calde hanno livello medio rispetto al periodo 1981-2010.
Considerando invece il periodo preindustriale, negli ultimi cinque anni la temperatura è stata di 1,1-1,2° centigradi più calda.

2019 anno più caldo in Europa

Il 2019 è stato l’anno più caldo mai registrato in Europa: in particolare dicembre 2019 è stato di 3,2° centigradi più caldo se confrontato con le medie annuali del periodo 1981-2010.

Caldo anomalo anche in Australia

Ad affiancare l’Europa tra le aree che hanno visto i maggiori e più inconsueti livelli di caldo, c’è l’Australia che ha visto la media di dicembre superare di 3° centigradi le medie storiche di questo mese.
Un caldo che in questa regione sembra essersi protratto anche per il mese di gennaio 2020 visto anche i numerosi e vasti incendi che si stanno sviluppando.

2019: un anno eccezionale

A confermare l’eccezionalità della 2019 è Carlo Buontempo, direttore del C3S, secondo il quale molti dei mesi di questo anno hanno battuto i loro rispettivi record di mesi più caldi.
E di certo il 2020 non è cominciato molto bene in tal senso considerando la forte siccità in Australia e gli incendi che stanno devastando questa regione, e questo senza contare le inondazioni che stanno portando alla morte centinaia di persone in Indonesia.

Ultimi cinque anni eccezionalmente caldi

Come spiega alla AFP Jean-Noel Thepaut del C3S, gli ultimi cinque anni sono stati eccezionalmente caldi, i più caldo in assoluto se confrontati con le misurazioni a livello globale (iniziate intorno alla fine del XX secolo).

Durante il 2019 ci sono stati livelli mai raggiunti di calore sia a breve termine sia a lungo termine, intesi come una continuazione del riscaldamento globale in corso.

I livelli di riscaldamento più pronunciati del 2019 sono stati registrati in Alaska e in altre zone dell’Artico, aree in cui non ci si aspetterebbe ondate di calore di questi livelli, nonché in varie aree dell’Europa orientale e meridionale, dell’Australia e dell’Africa meridionale.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook