Acufene forse contrastabile riducendo neuroinfiammazione secondo nuovo studio

Un gruppo di ricercatori, che ha pubblicato la propria ricerca su PLOS Biology, ha esaminato la neuroinfiammazione, un’infiammazione che colpisce il sistema nervoso del cervello, nei topi in relazione a possibili terapie o ad una cura per l’acufene.
Nello specifico hanno esaminato questa infiammazione nella corteccia uditiva del cervello di alcuni roditori che avevano perso l’udito a causa di un rumore forte.

Con questa ricerca i ricercatori volevano comprendere il ruolo di questa infiammazione in particolare per quanto riguarda l’acufene, un disturbo uditivo relativamente diffuso che nella maggior parte dei casi consiste nella percezione di rumori o ronzii nelle orecchie.
I risultati dello studio indicano che in quei topi in cui vi è stata perdita di udito causata da rumore una molecola di segnalazione cellulare, denominata fattore di necrosi tumorale alfa (necrosis factor alpha, TNF-α), media la neuroinfiammazione, l’acufene e lo squilibrio sinaptico.

Il blocco a livello farmacologico del TNF-α o la deplezione della microglia contrastavano l’insorgere dell’acufene nei topi con perdita di udito dovuta a rumore.
Secondo i ricercatori questi risultati si potrebbero rivelare utili per contrastare lo stesso acufene, nonché altri disturbi uditivi, prendendo di mira proprio la neuroinfiammazione.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Resta aggiornato su Facebook