Aeroplani bombardano laghi dello Utah con trote per ripopolarli

Pesci caduti dal cielo nello Utah. Non si tratta però di un fenomeno naturale (eventi di pesci che cadono dal cielo in realtà accadono per motivi legati ai tornado sui corsi d’acqua) ma di una cosa voluta.
Funzionari della fauna selvatica dello Stato dello Utah hanno infatti pensato di “bombardare” i laghi locali con trote precedentemente stipate in un serbatoio d’acqua all’interno dei velivoli.

Si tratta di una pratica anche abbastanza comune dato che ogni anno decine di migliaia di pesci delle specie più a rischio vengono lanciati dagli aerei in volo sui laghi sui corsi d’acqua, per contrastare soprattutto la pesca selvaggia.
Questa settimana la Wildlife Resources dello Utah ha pensato bene di fornire una testimonianza pubblica di questo curioso evento collegando una videocamera nei pressi dell’uscita del “serbatoio” del velivolo e pubblicando un video su Twitter che potete vedere qui sotto.

Potrebbe sembrare una pratica violenta e irrispettosa nei confronti dei pesci, ma la stessa agenzia sostiene che il tasso di mortalità che si ottiene con questa modalità di ripopolamento è solo del 5%, un tasso di certo meno gravoso di un trasporto terrestre, definito come “molto più stressante per i pesci”.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi