Alaska, si scioglie sempre più ghiaccio: ponti sempre più instabili, è emergenza

Ponte sul fiume Nenana, Alaska. Credito: scott1346 - flickr - CC BY 2.0

Un problema collaterale dello scioglimento dei ghiacci in Alaska probabilmente non è mai stato considerato dai più: in questa regione sono molto diffusi i terreni ghiacciati (permafrost) e, secondo quanto riferiscono quattro ricercatori su The Conversation, ciò sta creando una vera emergenza riguardo la stabilità strutturale dei ponti.
Il cambiamento climatico sta infatti rendendo il suolo sempre meno stabile, a volte lo sposta. E questo senza considerare l’azione dell’acqua che tende a corrodere i materiali dei ponti stessi. I ponti stanno affrontando una serie di problemi relativi alla stabilità, problemi che stanno crescendo sempre di più.

In diverse regioni dell’Alaska i ponti sono cruciali: intere comunità non possono arrivare nei pressi di altre comunità o presso strutture di emergenza senza l’ausilio di ponti che permettono di attraversare i vari fiumi, corsi d’acqua, valli, eccetera, della regione.
Proprio per questo il congresso americano ha stanziato diversi miliardi di dollari per la costruzione nonché la manutenzione dei ponti: il più grande investimento nei ponti dagli anni 50 secondo gli autori dell’articolo.
Di quei 40 miliardi, 225 milioni saranno assegnati all’Alaska. Già sono stati individuati 140 ponti considerati come “strutturalmente carenti” nello stato. Sono però più di 1600 i ponti aperti al pubblico solo in Alaska, il quarto stato in tutti gli Stati Uniti per numero di ponti.

Come spiegano gli autori, l’Alaska è uno degli stati americani in cui lo scioglimento del ghiaccio, causato da riscaldamento globale in corso, è più drammatico. Fiumi e laghi si stanno scongelando a ritmi sempre più allarmanti, cosa che, tra l’altro, ha aumentato esponenzialmente il numero degli incidenti mortali con motoslitte, un mezzo di locomozione molto usato in varie regioni dello Stato.
Il problema maggiore, però, risiede nel permafrost: le aree con suolo ghiacciato rappresentano l’80% dello stato. Quando si scioglie c’è più acqua liquida e una maggiore quantità di acqua liquida accelera la corrosione dell’acciaio che rinforza i ponti stessi oltre a causare molte altre tipologie di danni a questo tipo di strutture.

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Dati articolo