Alghe aiutano a catturare anidride carbonica nei sedimenti

Schema che mostra Il sistema di cattura di anidride carbonica (credito: Ecological Monographs, 2019; e01366 DOI: 10.1002/ecm.1366)

Uno gruppo di ricercatori dell’Università statale della Florida scoperto che una particolare specie di microalghe può svolgere un ruolo importante nella rimozione dell’anidride carbonica dall’atmosfera.
Nello studio, pubblicato su Ecological Monographs, vengono descritte le modalità con cui queste misurate assorbono il carbonio e lo processano intrappolandolo sul fondale marino.

I ricercatori hanno in particolare scoperto che i detriti delle alghe al largo di Plymouth, in Inghilterra, volgevano un ruolo importante nel ruolo alimentare degli organismi marini, caratteristica che portava questi detriti a depositarsi nei sedimenti sul fondo marino.
Qui sono poi capaci di assorbire il riciclare il carbonio blu, ossia il carbonio catturato nei sistemi marini attraverso la fotosintesi.

Si tratta di un’informazione che può aiutare nello sviluppo di pratiche ambientali più sostenibili, secondo Ana M. Queiros, scienziata del Plymouth Marine Laboratory nonché autrice principale dello studio. Secondo la ricercatrice, questi dati “ci dicono che l’estensione globale degli habitat marini di carbonio blu potrebbe essere molto più ampia di quanto pensassimo in precedenza. Identificare queste aree e promuoverne la gestione ci consentirà di sfruttare tutto il potenziale del carbonio blu dell’oceano verso la stabilizzazione del sistema climatico globale”.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook