Allarme per il mega ghiacciaio dell’apocalisse: scioglimento sempre più rapido

L’acqua calda del mare accelera lo scioglimento del ghiacciaio Thwaites. Un nuovo studio rivela che il ghiacciaio in Antartide, spesso indicato come il ghiacciaio dell’apocalisse, è più esposto all’acqua calda dell’oceano di quanto gli scienziati credessero in precedenza. Ciò potrebbe portare ad un aumento significativo del livello globale del mare. [1]
I risultati, pubblicati su PNAS, [2] evidenziano la vulnerabilità del ghiacciaio all’intrusione di acqua di mare calda, che ne sta causando uno scioglimento più rapido.

I dati satellitari forniscono prove allarmanti

Per la prima volta, i ricercatori hanno osservato l’acqua calda del mare muoversi sotto il ghiacciaio Thwaites, utilizzando immagini satellitari. Questo processo fa sì che il ghiacciaio si sollevi e si stabilizzi con le maree, intensificando lo scioglimento nel punto in cui il ghiaccio incontra l’acqua. Se questa situazione dovesse continuare, il ghiacciaio, che misura circa 120 chilometri di larghezza e 1,2 chilometri di profondità, potrebbe contribuire in modo significativo all’innalzamento del livello del mare.

Potenziale impatto catastrofico

Gli scienziati avvertono che il ghiacciaio Thwaites contiene abbastanza ghiaccio da aumentare il livello del mare di 60 centimetri. La dottoressa Christine Dow, coautrice dello studio, sottolinea il rischio di sottovalutare la velocità di scioglimento del ghiacciaio, che avrebbe gravi conseguenze per le comunità costiere di tutto il mondo.
Aree come Vancouver, Florida, Bangladesh e diverse isole del Pacifico sono particolarmente vulnerabili.

Urgente bisogno di ricerca e azione

Lo studio sottolinea la necessità di potenziare la ricerca e i finanziamenti per monitorare i cambiamenti sotto i ghiacciai antartici. Il dottor Eric Rignot dell’UC Irvine sottolinea che gli attuali livelli di finanziamento sono insufficienti per affrontare questi problemi critici. Il gruppo di ricerca cerca di migliorare i modelli che prevedono l’innalzamento del livello del mare e a sviluppare strategie per mitigare questi impatti riducendo le emissioni di carbonio.

FAQ

Qual è la principale scoperta del nuovo studio?

Il nuovo studio ha scoperto che l’acqua di mare calda sta infiltrandosi sotto il ghiacciaio Thwaites, accelerando il suo scioglimento.

Quanto potrebbe aumentare il livello del mare se il ghiacciaio Thwaites si scioglie completamente?

Se il ghiacciaio Thwaites si sciogliesse completamente, il livello del mare globale potrebbe aumentare di oltre 60 centimetri.

Quanto velocemente sta cambiando il ghiacciaio Thwaites?

Il ghiacciaio Thwaites sta cambiando molto più rapidamente del previsto a causa dell’intrusione di acqua calda di mare.

Quali comunità sono più a rischio a causa dell’innalzamento del livello del mare?

Le comunità costiere come quelle di Vancouver, Florida, Bangladesh e le isole del Pacifico sono particolarmente a rischio.

Quali dati hanno utilizzato i ricercatori per lo studio?

I ricercatori hanno utilizzato dati satellitari ICEYE DInSAR e modelli idrologici subglaciali per rilevare l’intrusione dell’acqua di mare.

Quanto è grande il ghiacciaio Thwaites?

Il ghiacciaio Thwaites misura circa 120 chilometri di larghezza e 1,2 chilometri di profondità.

Cosa sperano di ottenere i ricercatori con questo studio?

I ricercatori sperano di migliorare i modelli di previsione dell’innalzamento del livello del mare e di ottenere maggiori finanziamenti per studi futuri.

Qual è il rischio principale sottolineato dalla professoressa Christine Dow?

La professoressa Christine Dow sottolinea il rischio di sottovalutare la velocità di scioglimento del ghiacciaio, con conseguenze devastanti per le comunità costiere.

Approfondimenti

  1. Warm seawater speeding up melting of ‘Doomsday Glacier,’ scientists warn | Waterloo News | University of Waterloo
  2. Widespread seawater intrusions beneath the grounded ice of Thwaites Glacier, West Antarctica | PNAS
Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Dati articolo