Alpha Draconis, astronomi scoprono che è un sistema binario eclissante

Dal nostro punto di vista le due stelle del sistema si eclissano a vicenda (credito: Chris Smith (USRA))

Il sistema binario di Alpha Draconis (conosciuto anche come Thuban), un sistema visibile anche ad occhio nudo e ben studiato distante da noi 270 anni luce, è in realtà un sistema binario eclissante.
I sistemi binari eclissanti sono quelli in cui le due stelle, dal nostro punto di vista, si eclissano a vicenda, ossia passano l’una davanti all’altra. La cosa ha sorpreso gli stessi ricercatori che hanno scoperto questa importante caratteristica utilizzando i dati del telescopio TESS della NASA.

Il sistema è fatto da una stella primaria grande 4,3 volte il Sole, e da una stella compagna probabilmente avente metà delle dimensioni della stella primaria.
“La prima domanda che mi viene in mente è ‘Come ci siamo persi questo?'”, dichiara nel comunicato stampa Angela Kochoska, ricercatrice della Villanova University in Pennsylvania che ha presentato i propri risultati all’incontro annuale dell’American Astronomical Society a Honolulu.

Probabilmente questa caratteristica non è mai stata individuata fino ad ora in quanto le eclissi, essendo abbastanza brevi (durano circa sei ore) possono essere facilmente perse da Terra e, essendo la stella così luminosa, la cosa è apparsa “nascosta” anche anche altri rivelatori spazial.
Si tratta di uno dei sistemi binari eclissanti più luminosi conosciuti in cui le due stelle sono separate ampiamente e interagiscono solo gravitazionalmente (non si scambiano materiali).

Si tratta di sistemi per gli astronomi molto importanti in quanto è possibile misurare le loro masse e le loro dimensioni con una precisione senza precedenti.
I ricercatori hanno scoperto che le stelle orbitano ogni 51,4 giorni ad una distanza media che di poco superiore alla distanza media tra mercurio il Sole. Dal nostro punto di vista, tuttavia, nessuna delle due è mai completamente coperta dalla sua compagna e si tratta dunque di eclissi parziale.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook