Alti livelli di inquinamento registrati in Serbia causati anche dal caldo

Rischi molto elevati per quanto riguarda l’inquinamento atmosferico sono stati annunciati dei funzionari sanitari della Serbia dopo che livelli molto alti sono stati registrati a Belgrado e nelle altre grandi città dello Stato.
A Belgrado, in particolare, è visibile già da qualche giorno una fitta nuvola e la stessa città è stata inserita più volte, nel corso dell’ultima settimana, nell’elenco delle città più inquinate del mondo.

A sostenere questo livello di inquinamento particolare sarebbe il caldo insolito di questo periodo, come specifica l’agenzia serba per la protezione ambientale, nonché l’alta pressione atmosferica e un vento quasi inesistente.
Un medico in una clinica pediatrica della città dichiara alla AFP che negli ultimi giorni sono aumentati i ricoveri e le visite ambulatoriali per infezioni respiratorie e ciò è da collegare certamente a livelli di particolato superiori ai 200 microgrammi per metro cubo registrati nello stesso periodo a Belgrado e dintorni, un conglomerato in cui vivono più di un milione e mezzo di persone.

A causare l’inquinamento e in particolare le nuvole strane che si possono vedere nel cielo sarebbero stati gli incendi apportati dagli agricoltori intorno a Belgrado per liberare la terra onde coltivare nuovi campi, una storia che si sta ripetendo anche in altre aree della Serbia, come quelle intorno a Novi Sad o Subotica.
Problemi simili a livello di inquinamento sono stati registrati anche in Bosnia e in Macedonia.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook