Alzheimer, scoperta firma genetica della microglia che “inghiotte” le placche amiloidi

Immagine microscopica confocale della microglia (verde) che inghiotte le placche amiloidi (blu) (credito: Duke-NUS Medical School)

L’Alzheimer è una malattia che è causata da un accumulo normale di placche amiloidi all’interno del cervello. All’interno di quest’organo sono presenti delle cellule “sentinelle” che compongono la cosiddetta microglia e che hanno il ruolo di eliminare sostanze estranee e di eliminare i rifiuti tossici tra cui l’accumulo delle stesse placche amiloidi. Il ruolo della stessa microglia, per quanto riguarda le cause che poi scatenano l’Alzheimer, ancora non è attualmente chiaro.[1]

Un nuovo studio, pubblicato su Nature Communications,[2] cerca di chiarire un po’questo rapporto. I ricercatori della Monash University e della Duke-NUS Medical School hanno infatti scoperto le firme di espressione genica che sottostanno alla microglia collegata alla fagocitosi della placca amiloide. Si tratta dei geni che attivano il normale “inghiottimento”, e dunque l’eliminazione, degli accumuli della proteina beta amiloide, proteina responsabile, con il suo accumularsi, dello stesso Alzheimer.[1]

“Abbiamo cercato di comprendere i meccanismi molecolari e le differenze tra le microglia che inghiottivano attivamente le placche amiloidi nella malattia di Alzheimer e quelle che non lo erano”, spiega Enrico Petretto, uno degli attori senior dello studio. Tramite un sistema di coloranti, i ricercatori hanno analizzato le differenze nelle capacità da parte della microglia di inghiottire le particelle, compresa la placca amiloide, identificando le molecole collegate regolatrici.
Si tratta di una comprensione, quella relativa questo importante meccanismo di “ingerimento” delle molecole che compongono la placca amiloide, molto importante, come spiega Jose M. Polo del Monash Biomedicine Discovery Institute, altro autore senior dello studio, in quanto queste conoscenze potrebbero, forse, in futuro farci comprendere l’esistenza di nuovi obiettivi da prendere di mira per affrontare meglio questa malattia.[1]

Note e approfondimenti

  1. Scientists discover gene signature responsible for plaque-eating microglia in Alzheimer’s Disease (IA)
  2. Transcriptional signature in microglia associated with Aβ plaque phagocytosis | Nature Communications  (Firma trascrizionale nella microglia associata alla fagocitosi della placca Aβ
    ) (IA) (DOI: 10.1038/s41467-021-23111-1)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un blog, non un sito di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Data articolo