Anche beluga e narvali vanno in menopausa

Un beluga (credito: Pixabay, CC0)

Attraverso una ricerca pubblicata su Scientific Reports, un gruppo di ricercatori dell’Università di Exeter dichiara che anche i beluga e i narvali, due specie di cetacei, nello specifico gli esemplari di sesso femminile, attraversano una propria fase di menopausa. Questa scoperta porta a cinque le specie conosciute che sperimentano questa particolare fase della vita che, almeno fino a poco tempo fa, si pensava caratterizzasse perlopiù solo gli esseri umani.
Oltre a beluga e narvali, infatti, le specie conosciute che attraversano la menopausa sono le orche e altre due specie di balene.

Secondo lo studio, la menopausa si sarebbe evoluta in maniera indipendente nelle tre specie di balene.
Sam Ellis, dell’Università di Exeter, primo autore dello studio, riflette su questa particolare fase della vita che ha da sempre creato non pochi grattacapi agli scienziati in quanto non è sempre stato ben chiaro per quale motivo alcuni esseri viventi si siano evoluti per fermare, ad un certo punto della vita, la propria capacità di riproduzione: “Perché la menopausa abbia un senso in termini evolutivi, una specie ha bisogno sia di un motivo per smettere di riprodursi che di una ragione per sopravvivere in seguito. Nelle orche assassine, la ragione per fermarsi arriva perché sia ​​i maschi che le femmine rimangono con le loro madri per tutta la vita, così che quando una femmina invecchia, il suo gruppo contiene sempre più suoi figli e nipoti.”

Nel caso delle orche la ragione per continuare a vivere sta nel fatto che le femmine più anziane risultano comunque di grande beneficio per tutto il gruppo e per tutta la prole in quanto già sanno come e dove trovare più facilmente il cibo, cosa che aiuta lo stesso gruppo a sopravvivere.

Per le altre specie che presentano uno stato di menopausa, le cose invece risultano molto meno chiare. I ricercatori credono che queste specie abbiano comunque strutture sociali che, proprio come le orche, vedano gli esemplari femminili vivere sempre più con figli e “parenti” mentre invecchiano.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi