Anche per gli uccelli i microbiomi sono importanti per emanare odori unici

Junco hyemalis (credito: Ken Thomas, PD, via Wikimedia Commons)

I microbiomi, ossia l’insieme dei batteri e dei microrganismi che vivono all’interno o sulla superficie del corpo di un essere vivente, si rivelano molto importanti non solo per gli esseri umani ma anche per gli altri animali.
Un gruppo di ricercatori dell’Università Statale del Michigan ha per esempio studiato i microbiomi degli uccelli arrivando alla conclusione che i batteri sono molto importanti per produrre l’odore che molte specie di uccelli utilizzano per identificare gli altri uccelli.

D’altra parte lo stesso senso dell’olfatto, basato proprio sulla percezione degli odori, è vitale per molti esseri viventi, in un certo senso anche per gli esseri umani. Tramite gli odori molti esseri viventi possono essere avvertiti di un pericolo, possono trovare il cibo e possono anche comunicare e trovare un compagno.
I ricercatori hanno scoperto che gli odori che alcuni uccelli canori, i junco occhiscuri (Junco hyemalis) producono sono causati da specifici ceppi di batteri e se questi batteri vengono rimossi, l’uccello non esprimerà più informazioni corrette.

Nello studio, pubblicato sul Journal of Experimental Biology, si fa il raffronto anche con gli esseri umani. Come specifica Danielle Whittaker, l’autrice principale dello studio, anche negli esseri umani i batteri presenti sulla superficie del corpo possono creare degli odori particolari che possono essere unici per ogni persona, come gli odori delle ascelle.
Allo stesso modo gli odori prodotti dai batteri sulla superficie del corpo degli uccelli sono unici e consentono ad altri uccelli di ottenere delle informazioni cruciali poi per il processo stesso dell’accoppiamento.

D’altronde molte specie di uccelli, quando arriva il periodo dell’accoppiamento, cominciano a pavoneggiarsi sfregando il becco d’una particolare ghiandola per far attaccare ad esso una sorta di “olio” che poi gli stessi uccelli strofinano sulle piume e sul corpo per emanare maggiormente il proprio odore.
Per cambiare le comunità batteri che producono questi odori degli uccelli, i ricercatori hanno iniettato nella ghiandola degli antibiotici e si sono accorti quando questi microbioma venivano modificati gli uccelli avevano forti difficoltà relazionali.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook