Ansia sociale da coronavirus, l’enorme boom di vendita dei fagioli

C’è un alimento in particolare che sta vedendo un’impennata delle vendite durante questo periodo di pandemia globale dovuto alla diffusione del virus della COVID-19. E la vendita di questo alimento sta aumentando soprattutto negli Stati Uniti, uno dei tanti paesi in cui le persone stanno facendo la coda ai supermercati per fare le “scorte”.
Parliamo dei fagioli, uno dei legumi con i migliori valori nutrizionali, ricchi di carboidrati e di proteine. Quando essiccati possono durare per molti mesi, quando inscatolati, anche per anni. Tutte caratteristiche che sembrano perfette per chi crede che stia per arrivare una carestia di livello globale o quantomeno un periodo in cui sarà difficile l’approvvigionamento degli alimenti.

Ne parla un articolo del New York Times che riportava qualche dato interessante. L’articolo riporta alcune dichiarazioni di Tim McGreevy, un lavoratore nel settore dei fagioli da oltre trent’anni. Nel suo negozio di alimentari nella città di Pullman, Washington, l’uomo vende sacchetti di fagioli secchi di varie tipologie nonché legumi vari come piselli secchi, ceci, lenticchie, eccetera.
L’uomo ha notato, in questi giorni, un aumento delle vendite del 40% solo nel suo negozio tanto che sta facendo fatica a rispettare le commesse.

E non si tratta dell’unico caso. Le vendite di fagioli neri, fagioli borlotti ed altri legumi in scatola sono aumentate del 400% nel corso dell’ultima settimana come riportato da Goya Foods, uno dei principali produttori americani di alimenti in scatola negli Stati Uniti. Solo negli ultimi sette giorni, l’azienda ha consegnato più di 24 milioni di lattine di fagioli e altri legumi ai rivenditori.
“Questo è uno tsunami, è un uragano che non sta colpendo un mercato. Sta colpendo tutti i mercati”, dichiara Bob Unanue, il presidente della Goya. Praticamente negli Stati Uniti tutte le aziende impegnate nella filiera della vendita dei legumi stanno assumendo nuovo personale, dalle aziende che coltivano i legumi nei campi fino quelle che producono le scatole per conservarle.

Tra queste aziende c’è, per esempio, la Rancho Gordo, un’azienda specializzata nella produzione e nella vendita di fagioli di cimelio. L’azienda prima riceveva da 150 a 200 ordini 200 al giorno per questi suoi fagioli “speciali”; ora ne sta ricevendo migliaia: “Non siamo pronti per questo”, dichiara uno dei responsabili della compagnia.
Se sono state trovate lenticchie nelle tombe egiziane capaci ancora di germogliare dopo 2000 anni, vuol dire che, quando parliamo di legumi, ci troviamo di fronte ad alimenti tra i più stabili in assoluto, il cibo perfetto in un momento di ansia acuta e generalizzata come questo.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook