Appendicite, antibiotici possono essere molto utili al posto dell’operazione

Un trattamento con antibiotici potrebbe rivelarsi in alcuni casi più utile rispetto all’intervento chirurgico in soggetti con appendicite secondo un team di ricercatori dell’Health Science Center dell’Università del Texas a Houston (UTHealth). I risultati dello studio sono stati descritti in una pubblicazione sul New England Journal of Medicine.
Lo studio ha fatto ricorso ad una popolazione più diversificata rispetto ad altri studi simili precedenti, come spiega Mike Liang, professore di chirurgia e ricercatore principale dello studio.

Appendicite acuta trattata con appendicectomia oppure antibiotici

Quest’ultimo ha visto infatti l’analisi di 1552 soggetti con appendicite acuta, parte dei quali sono stati sottoposti ad un’appendicectomia mentre altri ricevevano un trattamento con antibiotici. I ricercatori ammettono che le persone trattate con gli antibiotici dovevano far ricorso un numero maggiore di volte al pronto soccorso ma in generale il trattamento permetteva loro di perdere molto meno tempo al lavoro oppure a scuola. Inoltre 7 partecipanti su 10 del gruppo degli antibiotici aveva alla fine evitato l’operazione.
Tra le altre cose i ricercatori notavano anche che i soggetti con un’appendicolite, ossia un deposito calcificato dentro l’appendice, mostravano un rischio maggiore di circa due volte di sviluppare complicanze rispetto ai soggetti senza appendicolite.

Appendicite: antibiotici da prendere seriamente in considerazione

“Abbiamo scoperto che gli antibiotici non erano peggiori della chirurgia durante la misurazione dello stato di salute generale, consentendo alla maggior parte delle persone di evitare un’operazione a breve termine”, spiega Lillian Kao, uno dei chirurghi che ha partecipato allo studio. In sostanza entrambi i trattamenti hanno i loro vantaggi e i loro svantaggi ed è importante saperlo in quanto per alcune persone potrebbe non essere necessaria l’operazione chirurgica, come lascia intendere lo stesso Liang che parla di trattamenti che dovrebbero essere personalizzati in base alla situazione o anche alle preferenze del paziente.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook