Ascensore spaziale, giapponesi iniziano i primi esperimenti sulla ISS

Rappresentazione artistica di un ascensore spaziale che collega la Terra ad una stazione orbitante (credito: Obayashi Corp.)

Il concetto di ascensore spaziale, che permetterebbe di raggiungere lo spazio attraverso un cavo che parte della superficie terrestre, non è più trattato dalla sola fantascienza già da qualche anno.
Un gruppo di ricercatori dell’Università di Shizuoka e di altri istituti giapponesi ha annunciato che presto condurrà i primissimi esperimenti per l’eventuale progetto riguardo la costruzione di un ascensore spaziale che potrebbe collegare la Terra ad una stazione spaziale tramite un cavo. Un sistema del genere permetterebbe risparmi enormi anche solo per consegnare merci, strumentazioni e quant’altro ad una stazione spaziale orbitante intorno alla Terra.

L’esperimento

In questo primo esperimento, gli ingegneri giapponesi utilizzeranno due satelliti cubici ultra piccoli, sviluppati appositamente dalla Facoltà di Ingegneria dell’Università di Shizuoka.
Si tratta di piccoli satelliti grandi 10 cm per ogni lato collegati ad altri satelliti gemelli tramite un cavo d’acciaio lungo 10 metri. Questi satelliti in coppia, collegati tramite cavo, verranno poi rilasciati nello spazio dalla Stazione Spaziale Internazionale.

Un piccolo container, che simulerà l’ascensore spaziale, verrà poi spostato sul cavo che collega i due piccoli satelliti tramite un motore.
I microsatelliti e tutte le strumentazioni per questo esperimento saranno trasportati sulla ISS dal veicolo H-IIB n. 7, il cui lancio è previsto per l’11 settembre dal centro spaziale Tanegashima nella prefettura di Kagoshima.
Si tratta del primo esperimento in relazione alla costruzione di un ascensore spaziale condotto nello spazio.

Il progetto della Obayashi

Un istituto privato, la Obayashi Corp., sta prendendo parte all’esperimento in questa fase come consulente tecnico ma sta già progettando, da sola, la costruzione di un vero ascensore spaziale.

Il progetto di questa azienda prevede sei ascensori di forma ovale ognuna delle quali può trasportare fino a 30 persone. L’ascensore dovrebbe funzionare tramite un cavo che collega la base di partenza sulla Terra con una stazione orbitante a 36.000 km di altitudine.

L’ascensore potrebbe accelerare fino a 200 km/h e impiegare circa otto giorni per arrivare sulla stazione spaziale mentre il costo totale di un progetto del genere, semmai si realizzasse davvero, è di circa 10.000 miliardi di yen, poco meno di 80 miliardi di euro secondo un articolo del Mainichi.
I cavi potrebbero essere costruiti con nanotubi di carbonio, un materiale che dovrebbe resistere ai raggi cosmici ad alta energia.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi