Asgardia, prima nazione spaziale, elegge proprio capo di Stato, un miliardario russo

La prima “nazione spaziale”, Asgardia, ha annunciato di aver eletto il suo primo capo di Stato, Igor Ashurbeyli, uno scienziato russo, miliardario e filantropo, che ha prestato giuramento nel corso di una speciale cerimonia. Si tratta, come riferisce lo stesso Ashurbeyli nel discorso tenuto durante la cerimonia, tenutasi al Palazzo Hofburg di Vienna, del vero e proprio atto di nascita ufficiale della nazione di Asgardia.

Si tratta di una nazione senza confini geografici, o meglio senza alcun territorio terrestre, che si ripromette di far vivere i propri cittadini nello spazio su piattaforme permanentemente abitabili in orbita intorno alla Terra oppure intorno alla Luna.
I responsabili di questo progetto apparentemente folle prevedono che le prime piattaforme spaziali possano essere costruite già entro i prossimi 25 anni.

Tuttavia non sembra essere lo scherzo di qualche miliardario eccentrico: la stessa cerimonia si è svolta di fronte ad un pubblico di diplomatici, scienziati internazionali, ingegneri ed esperti legali e la stessa conferenza ha visto anche l’elezione di 140 deputati al nuovo Parlamento di Asgardia nonché di diversi rappresentanti di alto livello.
“L’accesso allo spazio esterno dovrebbe essere un diritto umano, al di là del controllo di qualsiasi nazione terrestre e se Asgardia crescerà per incorporare 150 milioni di cittadini, renderebbe la nazione spaziale il dodicesimo paese per popolazione e unao delle prime dodici economie della Terra”, riferisce lo stesso Ashurbeyli.

Durante l’incontro si è parlato anche delle relazioni diplomatiche che inevitabilmente la nazione di Asgardia dovrà tenere nei confronti delle varie nazioni della Terra. Oltre alla formazione del gabinetto dei ministri e delle varie commissioni parlamentari, le altre pietre miliari nella storia della nascente nazione saranno rappresentate dall’istituzione della Banca Nazionale e dalla produzione di una propria valuta.

Gli stessi rappresentanti di Asgardia intendono ottenere il riconoscimento delle Nazioni Unite onde intrattenere stabile relazioni diplomatiche anche con l’ONU.
Per il momento nello spazio è stato lanciato solo un satellite “inaugurale” denominato Asgardia-1 ma nei prossimi anni dovranno essere lanciati molti altri satelliti di varie dimensioni onde creare una rete ed infine una piattaforma spaziale.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi