Asma nei neonati, scoperto lievito nell’intestino che ne aumenta rischio

Pichia kudriavzevii (credito: Rozlyn Boutin (CC BY 4.0))

Il rischio di asma nei neonati può aumentare anche per un aumento eccessivo della crescita di un particolare lievito nel suo intestino secondo uno studio realizzato da Rozlyn Boutin, studente del Dipartimento di Microbiologia e Immunologia dell’Università della Columbia Britannica, Vancouver. Il ricercatore, che ha pubblicato il proprio studio sulla rivista eLife,[2] prende dunque in considerazione quella che è una fase molto importante della vita, ossia quella relativa alle settimane e ai mesi successivi alla nascita. Proprio in questo periodo il sistema immunitario tende a rinforzarsi e a svilupparsi in maniera sana così come il microbioma intestinale.

Lievito Pichia kudriavzevii

Il ricercatore ha scoperto che un particolare tipo di lievito presente nell’intestino, quello della specie Pichia kudriavzevii, può essere collegato ad un rischio di asma aumentato, come spiega lo stesso Boutin nel comunicato stampa.[1]
Il ricercatore, insieme ai suoi colleghi, aveva già notato questo collegamento strano in alcuni neonati in Ecuador e, per replicare questi risultati anche in bambini in un paese industrializzato come può essere il Canada, ha raccolto i dati di uno studio riguardante 123 neonati di questo paese. Scopriva un particolare collegamento: una quantità troppo marcata della quantità di Pichia kudriavzevii nelle feci dei neonati poteva essere collegata, nel corso dei primi tre mesi di vita, ad un rischio di asma più grande.

Lievito nell’intestino porta maggiore infiammazione polmonare

Per comprendere il collegamento il ricercatore ha fatto poi esperimenti sui topi neonati con asma scoprendo che, quando venivano esposti al lievito, soffrivano di una maggiore infiammazione polmonare rispetto ai topi che non venivano esposti a questo lievito. Quando esponevano però un topo adolescente, dunque più cresciuto, a questo stesso lievito l’infiammazione non sussisteva.

Finestra critica nei primi mesi di vita

Secondo il ricercatore esiste dunque una sorta di “finestra critica” nei primi mesi di vita durante la quale le influenze del lievito Pichia kudriavzevii sul microbioma intestinale possono arrecare danni al sistema immunitario e aumentare il rischio di asma nel corso della vita, in particolare rallentando l’attività di quei batteri intestinali che producono acidi grassi a catena corta, composti antiinfiammatori.
“Il nostro studio aggiunge alla nostra comprensione dell’asma associato al microbiota e suggerisce che l’inibizione della crescita eccessiva del lievito con SCFA (acidi grassi a catena corta, n.d.r.) nei primi anni di vita potrebbe essere un approccio efficace per prevenire questa condizione”, spiega Brett Finlay, professore alla British Columbia e autore senior dello studio.

Note e approfondimenti

  1. Overgrowth of gut yeast in newborns may increase asthma risk | For the press | eLife (IA)
  2. Bacterial-fungal interactions in the neonatal gut influence asthma outcomes later in life | eLife (IA) (DOI: 10.7554/eLife.67740)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Data articolo