Astronomi scoprono che pezzo di Luna da 40 metri è un asteroide che si avvicina ogni anno

Credito: Vadim Sadovski, Shutterstock, 740820265

L’asteroide Kamo`oalewa, un piccolo pezzo di roccia di circa 40 metri di diametro scoperto nell’aprile del 2016, potrebbe essere in realtà un frammento della Luna secondo un interessante studio oggi apparso su Nature Communications. L’asteroide fa parte di una sottocategoria di near-Earth asteroid conosciuti come “quasi-satelliti”.

I quasi-satelliti

I quasi-satelliti sono asteroidi che hanno una particolare configurazione coorbitale con la Terra per la quale l’oggetto stesso resta vicino al pianeta per periodi di tempo più prolungati rispetto agli altri asteroidi quando si avvicinano.
Come ammette il comunicato dell’Università dell’Arizona, oggi si sa ancora poco riguardo a questa categoria in quanto i suoi membri sono spesso molto difficili da osservare.

Osservato con il Large Binocular Telescope

L’asteroide si avvicina a circa 14 milioni di km alla Terra intorno al mese di aprile, periodo durante il quale può essere osservato per diverse settimane. Per osservare un piccolo oggetto come questo, che riflette pochissima luce, però, c’è bisogno di uno dei telescopi più potenti presenti sul nostro pianeta, quello sul Monte Graham nell’Arizona meridionale, il Large Binocular Telescope, gestito dalla stessa Università dell’Arizona.

Analizzato spettro luminoso: è simile a quello delle rocce lunari

Un team di ricercatori, guidato da Ben Sharkey, ha analizzato con più dettaglio il modello della luce riflessa di questo piccolo asteroide scoprendo che è molto simile a quello delle rocce lunari prelevati durante le emissioni Apollo della NASA.
Si tratta di un forte indizio del fatto che l’asteroide stesso potrebbe essere un frammento della Luna. Sarebbe il primo frammento lunare diventato un asteroide mai individuato.

Confrontato anche con spettri dei near-Earth asteroid

Il sospetto è forte perché, come spiega lo stesso Sharkey, che è l’autore principale dello studio, sono stati esaminati quasi tutti gli spettri dei near-Earth asteroid individuati fino ad ora e nessuno di essi aveva uno spettro simile a quello di Kamo`oalewa.
Una quasi conferma è arrivata durante la primavera di quest’anno quando le ulteriori osservazioni dell’asteroide, che è ripassato vicino al nostro pianeta, hanno rinforzato ancora di più l’ipotesi: “È più facile da spiegare con la Luna che con altre idee”, spiega il ricercatore.

Anche l’orbita strana è un forte indizio

Anche l’orbita può essere considerata un indizio del fatto che si tratta di un pezzo di Luna. L’orbita è molto simile a quella della Terra ma è un po’ più inclinata. Sembra non seguire molto le orbite che caratterizzano gli altri near-Earth asteroid, come spiega Renu Malhotra, professore di scienze planetarie che ha partecipato allo studio.
È improbabile che un near-Earth asteroid abbia un’orbita del genere, quasi satellitare. Tuttavia, come spiegano i ricercatori, Kamo`oalewa non avrà sempre quest’orbita e non ce l’ha avuta da sempre. L’orbita si è sviluppata all’incirca 500 anni fa e tra circa 300 anni dovrebbe cambiare sostanzialmente.

Note e approfondimenti

  1. Lunar-like silicate material forms the Earth quasi-satellite (469219) 2016 HO3 Kamoʻoalewa | Communications Earth & Environment (IA) (DOI: 10.1038/s43247-021-00303-7)

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Data articolo