Autocontrollo sviluppatosi negli umani più di 500.000 anni fa

Una delle pietre lavorate analizzate dai ricercatori (credito: University of York)

L’autocontrollo degli esseri umani, una caratteristica tipica della nostra specie ed una di quelle che ci ha permesso di poter usufruire di vantaggi evolutivi rispetto a tante altre, si sarebbe sviluppato nei nostri antenati più di 500.000 anni fa secondo un nuovo interessante studio prodotto da ricercatori dell’Università di York.
L’autocontrollo si sarebbe sviluppato contemporaneamente alla capacità di creare strumenti via via sempre più complessi che richiedevano una progettazione attenta e sofisticata.

I progressi nell’artigianato e nella manifattura, secondo i ricercatori, suggeriscono infatti che i nostri antenati di quel periodo dovevano possedere un livello significativo di autocontrollo mentale, uno stato che richiede concentrazione e tolleranza alla frustrazione.
I ricercatori hanno analizzato una collezione di asce fatte di selce costruite più di 500.000 anni fa e rinvenute in una cava nel villaggio di Boxgrove, West Sussex, Inghilterra. Si tratta di asce altamente simmetriche, cosa che suggerisce una lavorazione molto attenta nonché una pianificazione altrettanto particolareggiata.

“Al giorno d’oggi la nostra capacità di autocontrollo è diventata particolarmente importante. Senza i livelli avanzati di autocontrollo che possediamo come specie, il lockdown sarebbe impossibile. Ci vuole autocontrollo per mettere al primo posto i bisogni della comunità piuttosto che concentrarsi sui nostri fini immediati. Il nostro studio offre alcuni indizi su dove nella storia umana abbia avuto origine questa capacità”, spiega Penny Spikins, ricercatrice del Dipartimento di Archeologia e autore senior dello studio.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook