Avocado migliora livello di attenzione in persone in sovrappeso o obese

Abbiamo più volte discusso di studi che hanno sottolineato gli aspetti positivi dell’avocado, un frutto originario del centromerica considerabile come una grande bacca che contiene un grande seme.
Ora un ulteriore studio, apparso sul Journal of Psychophysiology, mostra che questo frutto, consumato ogni giorno, può anche migliorare il livello di attenzione delle persone in sovrappeso o obese.
Livelli di attenzione adeguati consentono una migliore capacità di focalizzare le cose e i concetti e l’attenzione stessa è alla base della capacità cognitive.

Diversi studi, in passato, hanno mostrato che il sovrappeso o l’obesità possono infatti aumentare il rischio di declino cognitivo o addirittura di demenza quando sopraggiunge l’età avanzata, come spiega Naiman Khan, uno degli autori dello studio.
Si tratta di una delle prime ricerche che approfondisce gli effetti a livello nutrizionale di questo frutto sulle persone in sovrappeso o obese: in passato, a livello di singole popolazioni, il frutto era stato infatti analizzato solo in relazione agli anziani o ai bambini.

Il ricercatore ha eseguito esperimenti su 84 persone in sovrappeso oppure obesi. Le ha divise in due gruppi: al primo venivano forniti normali pasti giornalieri con un avocado fresco ogni giorno, al secondo gli stessi pasti ma senza l’avocado. Esperimenti sono durati 12 settimane.
All’inizio e alla fine dello studio i partecipanti avevano dovuto compilare dei test per misurare i livelli cognitivi, tra cui il livello di attenzione. Inoltre i ricercatori avevano misurato i livelli di luteina nel siero e nella retina dei partecipanti, quantità indicative della stessa concentrazione di luteina nel cervello.

La luteina è un componente, già associato da diversi studi a benefici cognitivi, di cui gli avocado sono molto ricchi.
Alla fine i ricercatori scoprivano che i partecipanti le cui diete erano state arricchite di un avocado al giorno vedevano migliorati i propri livelli di attenzione negli appositi test. I test erano dedicati a vari livelli cognitivi ma solo l’attenzione, ossia la capacità di mantenere l’attenzione su un compito da svolgere anche di fronte a distrazioni, migliorava rispetto ai componenti del gruppo di controllo.

“Potrebbe essere che i nutrienti negli avocado abbiano un’azione specifica nel cervello che supporti la capacità di svolgere questo compito in particolare, oppure potrebbero essere più utili per alcune abilità cognitive rispetto ad altri”, spiega Khan. “È anche possibile che con uno studio più lungo o test diversi, potremmo vedere altri effetti. Altri studi hanno trovato effetti più ampi in altre popolazioni, quindi è interessante vedere un beneficio più specifico per questa popolazione.”

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook