Bambini asmatici con ansia e depressione richiedono più visite al pronto soccorso secondo studio

I bambini che soffrono di asma hanno probabilità maggiori di soffrire anche di ansia e di depressione. E quando queste tre condizioni sono presenti, i bambini che ne soffrono hanno probabilità doppie rispetto a quelli che soffrono solo di asma di farsi visitare al pronto soccorso.

Sono i risultati conseguiti da un gruppo di ricercatori del Benioff Children’s Hospitals dell’Università della California a San Francisco che hanno pubblicato il proprio studio su Pediatrics .
I ricercatori hanno analizzato i dati di 65.000 bambini e ragazzi asmatici con un’età dai 6 ai 21 anni.

Scoprivano che il 7,7% di essi che mostrava anche depressione e ansia aveva un tasso di 28 visite al pronto soccorso per 100 anni bambino. Si tratta di un tasso quasi doppio rispetto alle 16 visite per 100 anni bambino degli asmatici senza depressione e ansia.

“I sintomi di ansia e depressione possono rendere più difficile seguire il trattamento, portando a più visite al pronto soccorso”, dichiara Naomi Bardach, prima autrice dello studio. “Potrebbe anche esserci una maggiore tendenza a utilizzare il pronto soccorso per servizi di supporto, anche in assenza di un grave attacco d’asma”.

Proprio le visite al pronto soccorso, insieme alle degenze ospedaliere che possono seguire, Rappresentano da Sole il 61, 7% delle spese relative all’asma per i bambini tutti gli Stati Uniti.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook