Bambini che ascoltano due lingue a casa sviluppano vantaggi nell’attenzione

La domanda è sempre la stessa per quanto riguarda la crescita dei bambini in famiglie bilingue, ossia in famiglie in cui, almeno solitamente, un genitore parla una madrelingua e l’altro ne parla un’altra. È un vantaggio o uno svantaggio crescere in queste condizioni?
Secondo una nuova ricerca dell’Università di York, pubblicata su Developmental Science, crescere in una casa bilingue può portare a diversi vantaggi visibili già dall’età di sei mesi.

Secondo gli esperimenti messi in atto durante la ricerca, i bambini esposti a più di una lingua mostravano un miglior controllo dell’attenzione rispetto ai bambini esposti ad una sola lingua. Questo significa che potrebbero esservi dei benefici cognitivi permanenti che si originano durante la crescita e che permangono poi dopo di essa.
Nello specifico i ricercatori hanno misurato i movimenti oculari dei bambini onde valutare il loro livello di attenzione di apprendimento.

I ricercatori hanno analizzato un gruppo di bambini di cui metà era stato cresciuto in un ambiente monolingua e l’altra metà aveva vissuto in case in cui di solito si parlavano due lingue allo stesso livello o quasi.
Per valutare il livello di attenzione dei piccoli, i ricercatori utilizzavano una macchina fotografica e uno schermo e analizzavano i piccoli movimenti degli occhi dei bambini mentre giacevano nella culla mentre sullo schermo apparivano delle immagini. In tal modo sono stati capaci di tracciare i movimenti oculari.

Scott Adler, uno degli autori dello studio insieme a Kyle J. Comishen, così spiega l’esperimento: “I neonati sanno solo quale sia il modo di guardare se possono discriminare tra le due immagini che appaiono nel centro. Alla fine anticiperanno l’immagine che appare sulla destra, ad esempio, facendo un movimento degli occhi ancor prima che l’immagine appaia sulla destra. Quello che abbiamo scoperto è che i bambini cresciuti in ambienti bilingue erano in grado di fare meglio dopo che la regola veniva cambiata rispetto a quelli allevati in un ambiente monolingue”.

Ellen Bialystok, una delle autrici dello studio, afferma sul sito dell’Università di York: “Questo studio ci dice che fin dalla primissima fase di sviluppo, le reti che sono la base per sviluppare l’attenzione si formano in modo diverso nei bambini che vengono cresciuti in un ambiente bilingue. Perché è così importante? Perché l’attenzione è la base per ogni cognizione.”
Ciò significa che il linguaggio e le informazioni visive possono influenzare, in maniera anche abbastanza consistente, lo sviluppo dell’attenzione nei bambini.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook