Bambini mostrano più plastica nelle feci rispetto ad adulti secondo studio

Abstract grafico (credito: DOI: 10.1021/acs.estlett.1c00559 | Occurrence of Polyethylene Terephthalate and Polycarbonate Microplastics in Infant and Adult Feces | Environmental Science & Technology Letters)

Anche se può procurare un certo effetto nella gente comune, sapere che nelle nostre feci è presente regolarmente plastica non sorprende per nulla scienziati ed esperti. Si parla della cosiddetta “microplastica”, pezzettini di plastica infinitesimamente piccoli che sono il risultato dell’inquinamento ambientale naturalmente prodotto dall’uomo.

Più plastica nelle feci dei bambini

Un nuovo studio, pubblicato su Environmental Science & Technology Letters, rivela che le microplastiche presenti nelle feci dei bambini sembrano trovarsi in quantità più grandi, percentualmente parlando, rispetto a quelle presenti nelle feci degli adulti. In relazione ai possibili effetti sulla salute, nel comunicato pubblicato dall’American Chemical Society non se ne parla, dato che il collegamento non è stato oggetto dello studio, e ci si limita a parlare di effetti “incerti”.[1]

Effetti della microplastica sugli esseri umani

In realtà sugli effetti che le microplastiche possono avere sul corpo umano in generale si sa ancora poco. Qualche anno fa si credeva che potessero passare in maniera innocua attraverso il tratto gastrointestinale per poi fuoriuscire dal corpo, appunto tramite le feci. Tuttavia, visto che il fenomeno viene sempre più studiato, anche conducendo esperimenti su cellule in coltura e su animali da laboratorio, ci si è accorti che effettivamente l’esposizione alla microplastica non è proprio così positiva.
Secondo il comunicato emesso dall’ACS, l’esposizione alla microplastica da parte del corpo umano può produrre disturbi a livello metabolico, alcune infiammazioni e morte cellulare.

Livelli di polietilene tereftalato nelle feci di neonati più alti

In questo caso i ricercatori, guidati da Kurunthachalam Kannan della Scuola di Medicina della New York University, hanno preso in considerazione due plastiche comuni, il polietilene tereftalato (PET) e il policarbonato (PC). Ne hanno misurato i livelli in campioni di feci di sei neonati e di 10 adulti tramite la spettrometria di massa.
Hanno scoperto che tutti i campioni contenevano almeno uno dei due tipi di microplastiche prese in esame.
Hanno anche scoperto che i livelli medi microplastica fecale di policarbonato erano simili tra gli adulti e i neonati ma hanno anche scoperto che le feci dei neonati contenevano, in media, livelli di PET 10 volte più grandi rispetto a quelli dei soggetti adulti.[1]

Bambini più piccoli più esposti alla plastica?

Secondo i ricercatori ciò può essere ricondotto al fatto che i bambini più piccoli probabilmente sono maggiormente esposti alla plastica tramite il loro contatto con giocattoli di varia natura oltre che con altri oggetti. Tuttavia è uno studio limitato (16 soggetti in totale) e anche i ricercatori ammettono che ulteriori studi simili andranno condotti per confermare i risultati raggiunti.

Note e approfondimenti

  1. Infants have more microplastics in their feces than adults, study finds – American Chemical Society (IA)
  2. Occurrence of Polyethylene Terephthalate and Polycarbonate Microplastics in Infant and Adult Feces | Environmental Science & Technology Letters (IA) (DOI: 10.1021/acs.estlett.1c00559)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un blog, non un sito di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Data articolo