Batterie al litio metallico affidabili più vicine alla realtà grazie a nuovo rivestimento

Abstract grafico dello studio (DOI: 10.1016/j.joule.2019.07.025)

La batteria al litio metallico è un po’ più vicina alla realtà, almeno per quanto riguarda una possibile produzione a livello commerciale, dopo una ricerca condotta da un team di scienziati dell’università di Stanford e dello SLAC National Accelerator Laboratory.

Nello studio presentato su Joule il team presenta un nuovo rivestimento che potrebbe far diventare questo tipo di batteria più leggero e più sicuro e soprattutto di lunga durata, qualcosa che potrebbe avvicinare queste batterie anche ad un possibile utilizzo sulle auto elettriche.

Sono decenni che si tenta di sviluppare batterie ricaricabili al litio metallico affidabili e durevoli ma i tentativi hanno sempre portato a dispositivi troppo inaffidabili in quanto ad aspettativa di vita e a pericolo di incendio, differentemente da quanto avvenuto con le batterie agli ioni di litio.

Nei test che i ricercatori hanno eseguito in laboratorio, questo speciale rivestimento ha allungato in maniera significativa la durata della batteria.
Lo stesso rivestimento si è rivelato utile anche per affrontare il problema della combustione limitando il numero dei dendriti, minuscole strutture simili ad aghi che possono creare un cortocircuito nella batteria e innescare incendi.
Non che le batterie agli ioni di litio non soffrano di questo problema, ma in queste ultime risulta molto più occasionale.

Zhenan Bao, che sta sviluppando questo speciale rivestimento insieme al collega Yi Cui, parla di “sacro graal” in riferimento alla ricerca che stanno realizzando anche perché le batterie al litio metallico possono contenere più energia rispetto a quelle agli ioni di litio e sono molto più leggere e compatte, due cose che potrebbero far fare un passo avanti all’elettronica portatile non indifferente.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook