Bere alcolici anche durante concepimento può danneggiare placenta

Che l’alcol possa essere un fattore fortemente negativo per lo sviluppo del feto durante la gravidanza è stato accertato da varie ricerche ma poche di esse hanno analizzato gli effetti che lo stesso alcol può avere nel periodo relativo al concepimento (subito prima e poco dopo la fecondazione).

Un nuovo studio, condotto dalle ricercatrici Jacinta Kalisch-Smith e Karen Moritz dell’Università del Queensland in Australia, cerca di colmare proprio questo vuoto studiando l’impatto che l’alcol può avere sul feto e in generale sulla gravidanza se assunto durante il periodo del concepimento.
Proprio per questo le due ricercatrici hanno eseguito degli esperimenti sui ratti facendo consumare alle femmine dell’alcol durante il periodo del concepimento, nello specifico tra quattro giorni prima e quattro giorni dopo la fecondazione.

I risultati dello studio, pubblicato su Development, mostravano che la placenta veniva ridotta in maniera significativa. L’alcol, infatti, riduceva la formazione dei vasi sanguigni nella placenta e ciò, a sua volta, causava un minor apporto di nutrienti per l’embrione.
Si avevano cali fino al 17% delle dimensioni della placenta e fino al 32% nella formazione dei vasi sanguigni.

Si tratta di informazioni importanti riguardo alla comprensione delle varie cause, spesso non individuate, dietro al basso peso del bambino alla nascita, a sua volta un fattore di rischio per varie malattie nell’età adulta.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Resta aggiornato su Facebook

Fai una ricerca

Tag principali

Commenta per primo

Rispondi