Beta-sitosterolo, composto naturale presente in diversi vegetali commestibili, riduce ansia nei topi

Abstract grafico (credito: DOI: 10.1016/j.xcrm.2021.100281 : Cell Reports Medicine)

Un team di ricercatori dell’Istituto di Scienze Weizmann ha scoperto che il beta-sitosterolo, una sostanza del tutto naturale, di origine vegetale, produce un effetto molto positivo per quanto riguarda la riduzione dell’ansia nei topi sia da solo che in combinazione con il Prozac, un noto farmaco antidepressivo.[1]
I ricercatori hanno pubblicato un nuovo studio descrivendole dettaglio questi effetti e la loro scoperta su Cell Reports Medicine.[2]

I risultati sono arrivati dopo una ricerca durata diversi anni sostenuta dal team di Mike Fainzilber del Dipartimento di Scienze Biomolecolari. Durante tutto questo tempo, Panayotis e colleghi hanno cercato di comprendere con più dettaglio i ruoli delle proteine che sono alla base del trasporto dei carichi nei nuclei delle cellule nervose. Nel corso degli studi hanno scoperto che i topi privi di una di queste proteine, conosciuta come importina alfa-cinque, avevano un livello minore di ansia. Analizzando le espressioni geniche di questi topi più “calmi” i ricercatori scoprivano poi circa 120 geni dell’ippocampo che avevano un ruolo.
In questo nuovo studio, poi, i ricercatori hanno scoperto, analizzando un database genomico internazionale contenente i profili di moltissimi composti naturali e non, che il beta-sitosterolo, un composto naturale presente in diverse piante, molte anche commestibili, potrebbe rivelarsi utile per ridurre il dosaggio di alcuni farmaci e anche per ridurre i loro effetti collaterali, come spiega lo stesso Panayotis.[1]

Il beta-sitosterolo è stato già commercializzato per anni come nutraceutico. È particolarmente presente negli avocado, nel pistacchio, nelle mandorle e in altre tipologie di frutta a guscio nonché nell’olio di colza, in alcune tipologie di grano e di cereali e in altre piante ancora.[1]
I ricercatori ci tengono a precisare che ciò non significa che mangiare più avocado vuol dire contrastare maggiormente l’ansia in quanto questi frutti non contengono un quantitativo sufficiente di beta-sitosterolo per indurre, da soli, effetti degni di nota. Come spiega Panayotis, si dovrebbero mangiare avocado di continuo, giorno e notte, per ottenere la dose giusta e quindi un effetto in tal senso.[1]

Tuttavia negli esperimenti sui topi somministrando il beta-sitosterolo sotto forma di integratore nel loro corpo si riduceva l’espressione di diversi geni conosciuti perché si attivano in situazioni di stress. Scoprivano inoltre che con la somministrazione di beta-sitosterolo si avevano cambiamenti in alcuni metaboliti e in alcuni neurotrasmettitori in quelle aree del cervello che hanno un ruolo nell’ansia.
Per capire se questi effetti sussistano anche negli esseri umani ci sarà bisogno di sperimentazioni cliniche.[1]

Note e approfondimenti

  1. A Natural Food Supplement May Relieve Anxiety – Life Sciences | Weizmann Wonder Wander – News, Features and Discoveries (IA)
  2. β-sitosterol reduces anxiety and synergizes with established anxiolytic drugs in mice: Cell Reports Medicine (IA) (DOI: 10.1016/j.xcrm.2021.100281)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un blog, non un sito di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Data articolo