Bombe atomiche, New York pubblica video in cui spiega cosa fare in caso di attacco

Credito: NYC Emergency Management

New York City Emergency Management (NYCEM), l’agenzia per la gestione delle emergenze dell’area di New York, ha pubblicato un nuovo video sul proprio canale ufficiale di YouTube per fornire consigli da mettere in atto in caso di un attacco nucleare alla città.

Operazioni di emergenza iniziali

Il primo consiglio che fornisce l’operatrice è quello di ripararsi subito all’interno di un edificio, qualora ci si trovi all’esterno, anche se ci si trova in una macchina: l’abitacolo di un veicolo non è sufficiente per fornire un riparo da un attacco nucleare. Bisogna dunque ripararsi velocemente in un edificio e, una volta all’interno, stare lontano da porte e finestre dopo averle chiuse. È meglio collocarsi in un’area che sia quanto più possibile vicina al centro dell’edificio. È molto importante, inoltre, rimuovere quanto prima i vestiti e lavarsi con sapone e sciampo.

Rimanere sintonizzati

Una volta effettuate queste prime operazioni iniziali di emergenza il consiglio è quello di rimanere sintonizzati per quanto riguarda le informazioni fornite dal governo e quindi seguire quanto più possibile i media e in generale gli organi di informazione. È bene tenere con sé il proprio smartphone. Nell’area di New York, in casi di emergenze come queste, infatti, gli ufficiali e il personale preposto sono stati addestrati per mandare i cosiddetti Wireless Emergency Alerts (WEA).

Wireless Emergency Alerts

Lanciati nel 2012, il sistema dei Wireless Emergency Alerts avverte la popolazione di pericoli di varia natura, dalle condizioni meteorologiche pericolose alle persone scomparse. Gli avvisi arrivano sui cellulari e sui dispositivi mobili sotto forma testuale. I WEA sono messaggi che possono essere mirati a livello geografico: possono essere inviati alla popolazione di un’area specifica, per esempio. Il sistema viene gestito dall’agenzia federale per la gestione delle emergenze e da diverse aziende che operano nel campo delle comunicazioni wireless e che si sono offerte volontari per partecipare al programma.

Video

Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Dati articolo