Bulldog inglesi, razza è molto meno sana rispetto ad altre secondo nuovo studio

Credito: Marco Verch Professional Photographer, flickr, Creative Commons — Attribution 2.0 Generic — CC BY 2.0

A seguito di uno studio condotto sui bulldog inglesi team di ricercatori è giunto alla conclusione che questa razza risulta “significativamente meno sana” se confrontata con le altre razze di cani. Secondo i ricercatori questi cani dovrebbero essere allevati con caratteristiche fisiche “più moderate”, un’azione urgente e necessaria secondo il comunicato emesso da BMC (BIOMED CENTRAL).[1] Lo studio è stato pubblicato su Canine Medicine and Genetics.[2]

Caratteristiche fisiche dei bulldog inglesi

I risultati del nuovo studio confermano che i bulldog inglesi sono molto più a rischio di varie patologie tra cui malattie respiratorie, cutanee e oculari. Ciò si spiega con alcune delle loro caratteristiche fisiche considerabili come “estreme”. Tra queste ci sono il muso più accorciato, la pelle fortemente ripiegata su sé stessa e il corpo più tozzo. Senza una modifica degli standard di allevamento di questa razza, lo stesso allevamento dei bulldog inglesi potrebbe essere vietato del Regno Unito.

I dati

I ricercatori hanno usato i dati contenuti nelle registrazioni degli studi veterinari condotti in tutto il Regno Unito dal 2016. Hanno confrontato i rischi di vari disturbi canini di più di 3600 bulldog inglesi con quelli di più di 22.000 altri cani di altre razze.

Scoperte

I ricercatori scoprivano che i bulldog inglesi mostravano un rischio 38 volte maggiore di andare incontro a dermatite delle pieghe cutanee, 26 volte maggiore di sviluppare una patologia dell’occhio denominata ghiandola della membrana nittitante prolassata (ma conosciuta anche come “occhio di ciliegio”) e 24 volte maggiore di prognatismo mandibolare. Il prognatismo mandibolare è una condizione che vede la mascella inferiore essere troppo lunga rispetto a quella superiore. Gli stessi bulldog inglesi mostravano un rischio 19 volte maggiore di sindrome delle vie aeree ostruttive brachicefale, una patologia respiratoria.

Durata della vita dei bulldog inglesi minore

Inoltre i ricercatori scoprivano che solo il 9,7% dei bulldog inglesi analizzati aveva superato gli otto anni di età rispetto al 25,4% dei cani di altre razze. Si tratta di un dato, quest’ultimo, che suggerisce fortemente che la salute generale dei bulldog inglesi è peggiore rispetto a quella di altre razze di cani.[1]

Gli sviluppi evolutivi imprevisti dei bulldog inglesi

Originariamente il bulldog inglese era stato allevato onde sviluppare un cane più muscoloso e atletico. Tuttavia con il passare del tempo il cane è diventato una razza da compagnia oltre che da esposizione. Gli sviluppi evolutivi hanno avuto esiti probabilmente non previsti. Il cranio è diventato sempre più corto, la mascella sempre più sporgente e sono apparse sempre più pieghe sotto la pelle. In generale il corpo è diventato sempre più tozzo e pesante. Si tratta di caratteristiche fisiche che hanno portato a diversi problemi di salute tanto che già diversi paesi hanno vietato l’allevamento di questa razza.[1]

Note e approfondimenti

  1. Veterinary: Urgent action needed on English B | EurekAlert!
  2. English Bulldogs in the UK: a VetCompass study of their disorder predispositions and protections | Canine Medicine and Genetics | Full Text (DOI: 10.1186/s40575-022-00118-5)

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Dati articolo