Cancro al seno, nuovo farmaco agisce su proteina MCL-1 che aiuta cellule tumorali a sopravvivere

Un nuovo tipo di farmaco che agisce su una particolare proteina la quale agevola la crescita e la propagazione delle cellule dei tumori al seno e che è già stato testato per altre tipologie di tumori è stato oggetto di studio da parte di un team di ricercatori dell’Università di Glasgow. La ricerca, secondo quanto riferisce il comunicato sul sito dell’Università scozzese, è stata finanziata dal Breast Cancer Now, in collaborazione con il Chief Scientist Office.[1]

La proteina in questione, denominata MCL-1, contrasta quella capacità naturale da parte delle cellule di morire, un fenomeno denominato apoptosi.[3] Le stesse cellule tumorali del cancro al seno sfruttano, dunque, questa proteina per crescere e diventare sempre più aggressivi.
Secondo i ricercatori, agire nei confronti dell’MCL-1 potrebbe rappresentare un nuovo metodo per curare i soggetti con il cancro al seno. Nel corso degli studi e degli esperimenti che gli scienziati hanno fatto sui topi, studi che hanno portato poi ad una pubblicazione su Cell Death & Differentiation,[2] infatti, le cellule del cancro al seno hanno dimostrato di affidarsi in maniera particolare proprio a questa proteina per crescere.

Nel corso dei test i ricercatori hanno utilizzato i farmaci mimetici BH3 facendo prendere loro di mira la proteina MCL-1. Nei topi, a seguito dell’assunzione di questo farmaco, la crescita del tumore al seno rallentava in maniera notevole.
Gli stessi i ricercatori scoprivano, inoltre, che quando mancavano le proteine BAX e BAK, due proteine importanti per l’apoptosi, prendere di mira la proteina MCL-1 non portava al rallentamento della crescita del tumore.[1]

Questo suggerisce, secondo i ricercatori secondo lo stesso comunicato dell’Università di Glasgow,[1], che la proteina MCL-1 agevola fortemente le cellule del cancro al seno aiutandole a sopravvivere e fermandola stessa apoptosi.
“Il nostro studio evidenzia ulteriormente l’importanza della proteina MCL-1 nel cancro al seno. La nostra dimostrazione che MCL-1 agisce nel cancro al seno mantenendo le cellule in vita (contrariamente ad altre funzioni dell’MCL-1) è importante, perché i farmaci che prendono di mira la funzione di sopravvivenza dell’MCL-1 sono ora in fase di sviluppo clinico”, dichiara Stephen Tait, ricercatore dell’Institute of Cancer Sciences dell’Università di Glasgow.[1]

Note e approfondimenti

  1. University of Glasgow – University news – Targeting essential protein could lead to new breast cancer treatments (IA)
  2. Breast cancer dependence on MCL-1 is due to its canonical anti-apoptotic function | Cell Death & Differentiation (IA) (DOI: 0.1038/s41418-021-00773-4)
  3. MCL1 – Wikipedia in inglese (IA)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo