Cani possono rilevare fino a un miliardesimo di un cucchiaino di benzina

L'olfatto dei cani è estremamente sviluppato (credito: lovechicco via Pixabay, 4765784)

In un particolare ma interessante studio un team di ricercatori dell’Università dell’Alberta è riuscito a calcolare la quantità minima di benzina che un cane addestrato può rilevare con l’olfatto: un miliardesimo della quantità di un cucchiaino. Si tratta della stima più bassa del limite di sensibilità dell’olfatto canino mai calcolata, riguardante qualsiasi sostanza.

“Durante un’indagine incendiaria, un cane può essere usato per identificare detriti che contengono tracce di liquidi infiammabili – il che potrebbe sostenere un’ipotesi che un incendio sia stato il risultato di un incendio doloso”, spiega Robin Abel, uno studente presso il Dipartimento di Chimica nonché autore principale dello studio. “Naturalmente, un cane non può fare una testimonianza in tribunale, quindi i detriti che il cane indicato devono essere portati in laboratorio e analizzati. Questa stima fornisce un obiettivo per i laboratori forensi durante l’elaborazione di prove contrassegnate da cani di rilevamento in siti di potenziale incendio doloso.”

I ricercatori per giungere a questi risultati hanno analizzato il comportamento di due squadre di cani, la prima addestrata per rilevare liquidi infiammabili vari, la seconda addestrata per rilevare solo benzina. I risultati mostravano, come previsto, di riuscire ad individuare tracce di benzina anche molto scarse ma fino ad un certo limite: fino a 5 picolitri (un picolitro è un decimo di un miliardesimo di litro) come spiega James Harynuk, professore di chimica e supervisore dello studio: ” I cani in questo studio sono stati in grado di rilevare fino a un miliardesimo di un cucchiaino da tè – o 5 pL – di benzina”.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook