Capsula del tempo installata su navicella Lucy potrebbe essere trovata dai nostri discendenti

Una capsula del tempo è stata installata sulla navicella spaziale Lucy della NASA. Si tratta di una targa con vari messaggi di personaggi famosi, come musicisti o premi Nobel, e una rappresentazione grafica della confederazione del nostro sistema solare.
La navicella Lucy sarà lanciata dalla NASA il 16 ottobre 2021 e si dirigerà verso Giove per analizzare da vicino gli asteroidi Troiani. Questi ultimi sono asteroidi le cui orbite intorno al sole si trovano al di là della cintura degli asteroidi. La loro particolarità sta nel fatto che alcuni di essi precedono il gigante gassoso mentre altri lo inseguono.

Gli asteroidi Troiani

Si pensa che gli asteroidi Troiani, che condividono la propria orbita con quella di un pianeta, possano essere considerati come dei “sottoprodotti” della formazione dei pianeti stessi, residui rocciosi che non si sono accorpati al pianeta ma si sono limitati a ronzargli intorno.
Analizzare a dovere questi asteroidi è ritenuto dagli astronomi molto importante in quanto si pensa che si siano originati durante le prime fasi di formazione del nostro sistema solare e che quindi potrebbero contenere informazioni fondamentali per comprendere questa fase ancestrale.

Nostri lontani discendenti potrebbero trovarla

Tornando alla capsula del tempo presente sulla navicella Lucy, essa è stata installata in quanto, quando terminerà la sua missione, la stessa navicella sarà abbandonata a se stessa, limitandosi ad orbitare intorno a Giove o al massimo a girovagare per il sistema solare. La speranza è che un giorno i nostri lontani discendenti possano trovarla e interpretare queste informazioni.

Nostri discendenti potrebbero avere qualche difficoltà nell’interpretare i messaggi

Differentemente dalle sonde Pioneer e Voyager, la navicella Lucy contiene infatti informazioni la cui immissione è stata progettata proprio per i nostri discendenti e non per eventuali civiltà aliene intelligenti. Tuttavia, pur essendo nostri discendenti, questi ultimi potrebbero non capire il messaggio, almeno di primo acchito, in quanto i linguaggi e la rappresentazione delle idee e dei concetti, in tempi così lunghi, potrebbe variare e modificarsi tantissimo. In ogni caso si pensa che una civiltà avanzata, come quella composta dai nostri discendenti, alla fine non dovrebbe avere troppe difficoltà ad interpretare i messaggi.

Le varie citazioni

Tra le varie citazioni ci sono quelle di Martin Luther King, Amanda Gorman, Louise Glück, Albert Einstein, Carl Sagan, i Beatles e Brian May, chitarrista dei Queen. Sul sito web di Lucy è possibile trovare le coperte delle citazioni.[1]

Video

Note e approfondimenti

  1. The Lucy Plaque – Lucy Mission (IA)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Data articolo