C’è un limite a previsioni del tempo affidabili ed è di due settimane secondo studio

Un gruppo di ricercatori della Pennsylvania State University dichiara di aver individuato il limite ultimo oltre il quale le previsioni metereologiche non possono essere più affidabili.
Si tratta di una domanda classica del campo della meteorologia: qual è il limite ultimo entro il quale si può prevedere il tempo meteorologico giorno per giorno in maniera affidabile?

Al momento previsioni affidabili per le condizioni climatiche giornaliere delle latitudini medie, ossia in quelle zone del globo dove vive la maggior parte della popolazione, sono possibili fino a 9-10 giorni.
Secondo i ricercatori, che hanno pubblicato il proprio studio sul Journal of the Atmospheric Sciences, l’avanzamento delle tecnologie permetterà ai meteorologi di aggiungere altri 4-5 giorni a questo limite.

Tuttavia non si potrà andare oltre le due settimane, qualsiasi sia l’avanzamento tecnologico nel campo che si otterrà in futuro, secondo i ricercatori.
Nonostante ciò, aggiungere altri 4-5 giorni a questo limite avrà comunque enormi benefici economici e sociali, come sottolinea Fuqing Zhang, professore di meteorologia e scienze atmosferiche ed uno degli autori dello studio.

La questione riguardante il limite di predicibilità delle previsioni metereologiche è stata già affrontata diverse volte in passato.
Il tema fu proposto per la prima volta negli anni 60 da Edward Lorenz, un matematico del MIT nonché meteorologo e pioniere della teoria del caos.

Come specifica Kerry Emanuel, professore di scienze atmosferiche al MIT e coautore dello studio, “Edward Lorenz ha dimostrato che non è possibile prevedere il tempo oltre un certo orizzonte temporale, nemmeno in linea di principio. La nostra ricerca mostra che questo orizzonte di prevedibilità del tempo è di circa due settimane, notevolmente vicino alla stima di Lorenz.”

Ciò è dovuto all’imprevedibilità stessa del tempo atmosferico e di tutta la pletora di eventi collegati. La complessità di un sistema del genere pone un limite a quanto siano possibili previsioni accurate in anticipo. Per il momento questo limite risulta ancora perfezionabile ma questo studio mostra che esso esiste e non è valicabile più di tanto.

I ricercatori sono arrivati al limite delle due settimane utilizzando i più avanzati sistemi di modellazione delle previsioni meteorologiche al mondo, ossia il Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (CEPMMT) e il Next Generation Global Prediction System (NGGPS) statunitense.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo


Resta aggiornato su Facebook

Commenta per primo

Rispondi