Centri commerciali falliti negli USA acquisiti da Amazon per trasformarli in centri di distribuzione

Secondo quanto riferisce il Wall Street Journal, ci sarebbe un accordo tra Amazon e Sears e JCPenney per l’acquisizione di vari grandi centri commerciali oramai vuoti dopo che queste ultime due aziende hanno dichiarato bancarotta lasciando chiusi decine e decine di grandi magazzini.
In questo modo la stessa Amazon otterrebbe un vantaggio non da poco: sarebbe ben posizionato praticamente al centro delle principali città con i suoi magazzini e quindi ridurrebbe di molto i tempi di consegna.

Rilevando gli spazi dei centri commerciali precedentemente occupati da Sears e JCPenney, che hanno dichiarato bancarotta, si potrebbero salvare gli stessi dipendenti dei centri commerciali in difficoltà, come lascia intendere lo stesso Business Insider.
È comunque una strategia rischiosa quella di reimmaginare questi spazi commerciali, un tempo frequentati da tantissimi clienti e persone, per trasformarli in spazi di pura logistica dell’ultimo miglio per rendere le consegne del commercio on-line ancora più efficienti e veloci. Ma, evidentemente, è anche l’unica possibile in un momento di crisi come questo.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook