Cibo per cani, proprietari sbagliano troppo spesso quantità provocando malnutrizione o obesità

I proprietari dei cani spesso sbagliano le misure per quanto riguarda le quantità giuste di cibo da dare ai cani secondo una nuova particolare ricerca effettuata da scienziati dell’Università di Guelph.

Nel corso degli esperimenti i ricercatori hanno scoperto che i proprietari di cani risultavano molto imprecisi per quanto riguarda le quantità del cibo con sottovalutazioni fino a 48% e sovrastime fino al 152%.
Gli sbagli erano dovuti ai metodi che utilizzavano per suddividere le porzioni e ai dispositivi utilizzati.

Gli esperimenti si sono svolti “reclutando” cento persone con i loro cani. Alle persone sono stati dati tre dispositivi di misurazione comuni per misurare le quantità di crocchette da dare ai loro animali.
Potrebbe sembrare una cosa non importante, ma errori di misurazioni come questi a lungo termine possono portare ad un livello di malnutrizione oppure ad aumenti di peso se non a veri e propri stati di obesità da parte dell’animale, come specifica anche Jason Coe, uno degli autori dello studio.

In particolare il ricercatore ha trovato preoccupante quanto spesso i padroni dei cani sovrastimassero le porzioni, soprattutto con il cibo secco (le classiche crocchette), probabilmente una delle cause principali dell’obesità canina e in generale degli animali domestici.
Le conseguenze peggiori di queste misurazioni errate riguardano i cani di piccola taglia in quanto per questi ultimi l’aumento dell’apporto calorico giornaliero risulta più considerevole in rapporto alla stazza.

Il metodo migliore, secondo i ricercatori, è quello di utilizzare una bilancia per pesare ogni volta le porzioni. In ogni caso, consiglia lo stesso Coe, “più il misurino è vicino alla porzione che vuoi misurare, più preciso sarai”.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook