Cinesi confermano: missione per Marte con orbiter e rover sarà lanciata a luglio

L’agenzia spaziale cinese potrebbe prendere in considerazione luglio come finestra possibile per il lancio della sua missione su Marte secondo una breve comunicato pubblicato dalla AFP.
La missione che hanno in mente i cinesi dovrebbe vedere l’atterraggio sul pianeta rosso di un rover che potrebbe essere comandato dalla Terra, così come avviene per i rover fatti atterrare su Marte dalla NASA.

É già da diversi anni che l’agenzia spaziale cinese sta pianificando una missione su Marte e la conferma della partenza della missione a luglio era arrivata a gennaio 2020.
La conferma riguardo alla partenza del razzo con a bordo rover è stato fatto dalla Compagnia cinese di scienza e tecnologia aerospaziali (CASC), la più importante impresa statale della Cina che lavora al programma spaziale nazionale.

La missione, denominata Tianwen-1, dovrebbe vedere la messa in orbita di una sonda intorno al pianeta rosso dalla quale poi dovrebbe partire una navicella con annesso robot che dovrebbe atterrare sulla superficie marziana.
I 55 milioni di chilometri che separeranno la terra da Marte (se si approfitterà della finestra di luglio) verranno percorsi in diversi mesi.
Uno dei principali obiettivi del robot una volta atterrato sulla superficie marziana sarà quella di cercare tracce e prove di eventuale vita, presente o passata, sul pianeta. Il rover dispone di un georadar, un radar che può scandagliare il sottosuolo, tramite il quale si potranno raccogliere informazioni della situazione a circa 100 metri sotto la superficie marziana.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook