Cioccolato nero ottimo per ridurre stress, infiammazioni e per funzioni cerebrali

Gli studi e le ricerche sul cioccolato fondente che sottolineano gli aspetti positivi di questo alimento sono sempre di più. Ora si aggiungono altre due ricerche, presentate al meeting annuale di Experimental Biology 2018 a San Diego, Stati Uniti, secondo cui il cioccolato nero ad alta concentrazione di cacao, con un minimo del 70% di cacao e con il 30% di zucchero di canna biologico, ha effetti ampiamente positivi sui livelli di stress, sulle infiammazioni corporee, sull’umore, sulla memoria e sull’immunità.

Che il cacao fosse un alimento a volte consigliato anche dai medici a causa dell’alto contenuto di flavonoidi era cosa già conosciuta ma questo studio è uno dei primi a determinare gli effetti del cacao sulla salute cognitiva, su quella endocrina e su quella cardiovascolare.
Secondo Lee S. Berk, ricercatore in psiconeuroimmunologia e scienze alimentari presso la Loma Linda University, per molto tempo, forse per troppo, si sono analizzati gli effetti del cioccolato sull’umore solo per quanto riguarda la quantità di zucchero.

In sostanza più il cioccolato risulta zuccherato, più il consumatore diventa felice: “Questa è la prima volta che abbiamo osservato l’impatto di grandi quantità di cacao in dosi piccole come una normale barretta di cioccolato negli esseri umani per periodi brevi o lunghi, e siamo incoraggiati dai risultati. Questi studi mostrano che maggiore è la concentrazione di cacao, maggiore è l’impatto positivo sulla cognizione, la memoria, l’umore, l’immunità e altri effetti benefici”.
Dunque, si potrebbe dire, abbasso lo zucchero, viva il cacao.

Questo perché i flavonoidi nel cacao risultano antiossidanti naturali molto potenti i cui meccanismi sul sistema cardiovascolare e sulla salute del cervello in generale sono già ben noti.
In particolare per quanto riguarda il cervello, il cioccolato fondente risulta positivo per il miglioramento della neuroplasticità, per la sincronia neuronale, per l’elaborazione cognitiva, nonché per l’apprendimento e la memoria.

Fonti e approfondimenti



Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”


Commenta per primo

Rispondi