Coccodrilli e canguri giganteschi vivevano in Australia fino a 40.000 anni fa

Rappresentazione artistica della megafauna australiana vissuta nel nord dell'Australia fino a 40.000 anni fa secondo i ricercatori (credito: Griffith University)

Un team di ricercatori della Griffith University, in collaborazione con ricercatori provenienti da altri istituti australiani, conferma, tramite un nuovo studio apparso su Nature Communications, che in Australia viveva una megafauna di cui alcuni esemplari sono vissuti fino a 40.000 anni fa.
Gli stessi ricercatori hanno elaborato anche una teoria relativa al motivo della loro estinzione e, almeno per una volta, gli esseri umani e la loro diffusione non centrano. Come spiegano i ricercatori, gli umani praticamente non avevano interazioni con questi animali e non hanno potuto contribuire alla loro estinzione.

Sarebbe stata, infatti, la graduale diminuzione delle fonti d’acqua, cambiamenti nella vegetazione con in particolare una riduzione delle praterie e un aumento degli incendi a portare all’estinzione di almeno 13 specie di megafauna.
Tra queste i ricercatori hanno individuato quattro megapredatori rettiliani, una sorta di “leone” marsupiale, i vombati e quello che può essere considerato come il canguro più grande del mondo. Quest’ultimo aveva un’altezza di 2,5 metri ed un peso stimato in 274 kg. Non mancavano coccodrilli di acqua dolce giganti, lunghi 7 metri, e lucertole gigantesche, tra cui una lunga 6 metri denominata Megalania ed un’altra simile all’odierno drago di Komodo.

I ricercatori hanno analizzato una serie di fossili rinvenuti nei pressi di un’area denominata South Walker Creek, situata nell’Australia settentrionale.
I ricercatori sono riusciti a datare i fossili tramite l’analisi del quarzo nel terreno determinando l’ultima volta che questo minerale era stato esposto alla luce, come spiega Tim Pietsch, uno dei ricercatori dell’Australian Rivers Institute (ARI) della Griffit che ha condotto lo studio.

Hanno quindi scoperto che i fossili appartengono ad esemplari che sono vissuti in un periodo compreso tra 60.000 e 40.000 anni fa. Gli stessi ricercatori, inoltre, credono che quest’area abbia ospitato anche nuove specie che debbono ancora essere identificate.
Si trattava di un’area tropicale dominata da carnivori ed erbivori enormi, tutti estintisi diverse migliaia di anni dopo l’arrivo degli esseri umani sulla terraferma australiana, come spiega Scott Hocknull del Queensland Museum.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook