Coleotteri primi impollinatori di piante da fiore trovati intrappolati in ambra

Rappresentazione artistica di una pianta di ninfea con un coleottero kateretidae che trasporta il polline di questa pianta acquatica (credito: JA Peñas)

Quattro specie di coleotteri intrappolati in altrettanti pezzi di ambra ritrovati in Myanmar sono state analizzate da un team di paleontologi dell’Università di Bonn.
I ricercatori stimano che questi resti abbiano 99 milioni di anni e che risalgono al periodo cretaceo, al primo cenomaniano per la precisione, un periodo durante il quale i dinosauri dominavano ed erano gruppo diversificato ricco.

I coleotteri descritti appartengono alla famiglia dei kateretidae, una famiglia che oggi conta meno di 100 specie, la maggior parte delle quali endemiche del Sudamerica o di altre regioni subtropicali e temperate.
Le specie di coleotteri appartenenti a questa famiglia si nutrono di polline di piante da fiore e di altre parti dei fiori e proprio per questo sono considerati impollinatori di piante da fiore. I ricercatori pensano che fu proprio durante il cretaceo che questa caratteristica deve essersi sviluppata in questi coleotteri.

I ricercatori hanno infatti trovato tracce di polline all’interno dei pezzi di ambra, cosa che indica che questi insetti si nutrivano del polline.
“L’aspetto più importante di questo studio è che i granuli di polline in tre dei pezzi di ambra non appartengono alle piante da fiore. I granelli di polline sullo scarabeo del quarto pezzo di ambra, tuttavia, provengono da una ninfea (Nymphaeales: Nymphaeaceae), un gruppo di angiosperme molto primitive emerse in una fase iniziale”, spiega David Peris, uno degli autori dello studio. Ciò significa che ci troviamo di fronte ad uno dei primi casi di coleotteri di questa famiglia impollinatori di piante da fiore (angiosperme).

Quasi tutti gli insetti impollinatori intrappolati nell’ambra ritrovati riguardano infatti insetti che si nutrivano di polline di gimnosperme. Le angiosperme, le piante da fiore, appena iniziarono il loro sviluppo cominciarono poi a rappresentare fin quasi da subito una nuova risorsa alimentare utilizzata proprio dai coleotteri della famiglia dei kateretidae.

Fin da subito questi coleotteri si adattarono in maniera rapida formando una simbiosi vantaggiosa per entrambe le specie: le piante da fiore cominciarono a propagarsi proprio grazie a questi insetti mentre questi ultimi potevano contare su una fonte di cibo per la quale praticamente non dovevano faticare. Ed ancora oggi non esistono kateretidae associati alle gimnosperme.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook