Colesterolo collegato alla plastica? La scoperta nei topi

Credito: luckakcul, Shutterstock, ID: 1125020105

Un nuovo esperimento che collega una sostanza chimica presente nella plastica a livelli più alti di colesterolo plasmatico è stato realizzato da un team di ricercatori dell’Università della California a Riverside. Lo scienziato biomedico Changcheng Zhou, insieme al suo team, scoperto che un ftalato che si inserisce nella plastica per renderla più resistente può essere collegato ad un aumento dei livelli di colesterolo nei topi.[1]

Effetti del dicicloesil ftalato, o DCHP

Il ftalato è il dicicloesil ftalato, o DCHP. Nei topi sembra collegarsi a un recettore denominato recettore del pregnane X, o PXR, come spiega lo stesso Zhou.
Il DCHP sembra attivare il PXR all’interno dell’intestino e ciò provoca l’espressione di alcune proteine che hanno un ruolo nell’assorbimento e nel trasporto del colesterolo.
I ricercatori hanno inoltre scoperto che i topi erano stati esposti al DCHP mostravano un a maggiore quantità di ceramidi nell’intestino. I ceramidi sono molecole lipidiche collegate ad un rischio più alto di condizioni cardiovascolari negli esseri umani.[1]
Inoltre il DCHP stimolava l’espressione di alcuni geni dell’intestino responsabili della lipogenesi (sintesi degli acidi grassi) e della sintesi degli stessi ceramidi.[2]

Studi passati sugli interferenti endocrini della plastica

Non si sa ancora molto sul dicicloesil ftalato, o DCHP, una sostanza che, dopo alcune segnalazioni effettuate nell’ultimo periodo, è entrato nel mirino degli esperti a causa del suo rischio potenziale.[3]
Già in passato alcuni studi hanno mostrato, come spiegano i ricercatori nell’abstract, che l’esposizione ad alcuni interferenti endocrini contenuti nella plastica può essere collegata ad un rischio più alto di malattie cardiovascolari negli umani.[2]
Si tratta del primo studio che mostra gli effetti del DCHP sul colesterolo e sulle patologie cardiovascolari nei topi, come spiega Zhou.[1]

Note e approfondimenti

  1. Study links high cholesterol, cardiovascular disease to plastics | News
  2. Effects of Dicyclohexyl Phthalate Exposure on PXR Activation and Lipid Homeostasis in Mice | Environmental Health Perspectives | Vol. 129, No. 12 (DOI: 10.1289/EHP9262)
  3. Risk Evaluation for Dibutyl Phthalate (1,2-Benzene- dicarboxylic acid, 1,2- dibutyl ester) | US EPA

Articoli correlati


Condividi questo articolo

Disclaimer

Notizie scientifiche.it è un blog di notizie, non un sito di consigli medici. Leggi anche il disclaimer medico.

Dati articolo