Componenti di famiglie più numerose più inclini a opinioni conservatrici secondo studio

Più una famiglia è numerosa, più è facile che sia composta da componenti che abbiano tendenze conservatrici, almeno per quanto riguarda la società statunitense, secondo un nuovo studio apparso su Proceedings of National Academy of Sciences. Lo studio incentrato sulla correlazione tra la dimensione familiare e le opinioni più o meno conservatrici degli stessi componenti della famiglia è stato effettuato dai ricercatori Tom Vogl e Jeremy Freese dell’Università della California e di quella di Stanford.

I ricercatori hanno ad analizzato i dati contenuti nel General Social Survey (GSS), un sondaggio sociologico iniziato nel 1972 dal National Opinion Research Center dell’Università di Chicago. I dati sono perlopiù relativi a domande e interviste effettuate a persone residenti negli Stati Uniti riguardanti le questioni sociali e le opinioni che le stesse persone hanno su questi argomenti.
Già in precedenza diversi studi hanno mostrato che le persone vengono influenzate, per quanto riguarda le opinioni sociali e politiche, molto fortemente dalle opinioni degli altri componenti della famiglia, soprattutto dai genitori.

I due ricercatori hanno però scoperto che conta anche il numero dei componenti familiari. Ad esempio le persone di famiglie numerose tendono maggiormente ad avere opinioni conservatrici riguardo all’aborto e al matrimonio tra persone dello stesso sesso.
“L’associazione della dimensione familiare al conservatorismo è specifica per le questioni familiari tradizionali e può essere attribuita in gran parte alla maggiore religiosità e al minor livello di istruzione degli individui delle famiglie più numerose”, riferiscono i ricercatori nell’abstract dello studio.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook