Cornea fatta con pelle di maiale ripristina vista umana in 14 persone

Credito: Rafat, M., Jabbarvand, M., Sharma, N. et al. | DOI: 10.1038/s41587-022-01408-w | Nature Biotechnology

Un team di ingegneri biomedici ha usato il tessuto della pelle dei maiali per creare cornee artificiali da utilizzare negli occhi degli esseri umani. Si tratta di una nuova speranza per tutte quelle persone che aspettano donatori di cornea. Il progresso è stato ottenuto da un team di scienziati dell’Università di Linköping, in Svezia.

Tecnologia può essere usata in ogni parte del mondo

Una caratteristica verso la quale gli scienziati hanno posto particolare attenzione è la disponibilità per tutti. In sostanza questa tecnologia può essere usata in ogni parte del mondo, spiega Mehrdad Rafat, ingegnere biomedico a Linköping, anche in quei contesti più poveri o dove l’assistenza sanitaria e più deficitaria.
Se questa tecnologia dovesse diventare la norma per il trapianto di cornea, in effetti si accorcerebbero i tempi delle persone aspettano donatori; in alcuni il trapianto resta ancora l’unico modo per ripristinare la vista.[1]

Costrutto suino bioingegnerizzato a doppia reticolazione

I ricercatori hanno voluto imitare quanto più possibile la cornea umana. Hanno purificato il collagene presente nella pelle dei maiali creando un nuovo strato corneale. Il tutto è stato fatto tramite metodi chimici e fotochimici innovativi, in particolare per rendere più robusto il materiale. Alla fine gli stessi scienziati hanno ottenuto un idrogel denominato “costrutto suino bioingegnerizzato a doppia reticolazione” (bioengineered porcine construct, double crosslinked, BPCDX).[1]

Cheratocono

C’è una particolare condizione dell’occhio umano, denominato cheratocono, che vede la cornea assottigliarsi sempre di più con il passare del tempo. Tende inoltre a gonfiarsi verso l’esterno e ciò rovina la vista. I ricercatori hanno sperimentato la nuova cornea fatta con pelle di maiale su 20 persone affette proprio da questa condizione ottenendo responsi significativi. Su 20 partecipanti, 14 erano non vedenti e, due anni dopo il processo, hanno potuto riottenere la vista con tre di loro che mostravano una visione perfetta.[1]

Note e approfondimenti

  1. Clinical Trial Restored Sight to 20 People With Corneas Made From An Unlikely Source: ScienceAlert
  2. Bioengineered corneal tissue for minimally invasive vision restoration in advanced keratoconus in two clinical cohorts | Nature Biotechnology (DOI: 10.1038/s41587-022-01408-w)

Disclaimer

Notizie scientifiche.it è un blog di notizie, non un sito di consigli medici. Leggi anche il disclaimer medico.

Dati articolo