COVID 19, due mascherine meglio che una perché diminuiscono spazi vuoti

Credito: muddaser, Pixabay, 6135692

Un ulteriore studio mostra che indossare due mascherine si rivela più utile che indossarne una e non tanto per una filtrazione migliorata causata dal doppio tessuto ma soprattutto perché due mascherine tendono ad eliminare quegli spazi vuoti e aree di scarsa aderenza che possono sussistere in maggior numero con una mascherina.
È il risultato di uno studio pubblicato su JAMA Internal Medicine[2] e realizzato da Emily Sickbert-Bennett, professoressa associata di malattie infettive presso la Scuola di Medicina dell’Università della Carolina del Nord.[1]

Per testare le capacità di filtrazione delle mascherine i ricercatori hanno usato una particolare camera in acciaio inossidabile di 3×3 metri. Hanno iniettato in questa camera aerosol di particelle di sale e hanno fatto entrare nella stessa camera dei partecipanti i quali indossavano varie combinazioni di mascherine. Ogni mascherina era dotata di un particolare dispositivo di campionamento per misurare la concentrazione di particelle che riuscivano ad entrare e quindi ad essere inalate. I partecipanti dovevano poi eseguire una serie di movimenti che simulavano i tipici movimenti che una persona può eseguire nel corso di una giornata, ossia piegarsi, parlare, girarsi a sinistra a destra, eccetera.

Anche se i risultati differivano da persona a persona ed erano influenzati da caratteristiche quali le linee del viso e quindi l’adattamento della maschera sulla faccia, i ricercatori scoprivano che le mascherine chirurgiche erano efficaci per il 40-60% nel non far passare le particelle con dimensioni simili a quelle del virus della COVID-19, il SARS-CoV-2. Le mascherine di stoffa erano efficaci per circa il 40%.
Il dato più interessante era però relativo all’utilizzo di due mascherine: se si indossava una mascherina in tessuto posizionata sopra una mascherina chirurgica, i risultati miglioravano del 20% a causa del fatto che si eliminavano diversi spazi vuoti tra la faccia e la prima mascherina e la maschera chirurgica sottostante era più attaccata al viso e copriva meglio il naso e la bocca.
Se una mascherina chirurgica veniva posizionata sopra una mascherina in tessuto, i risultati miglioravano del 16%.

“Abbiamo scoperto che indossare due maschere poco aderenti non ti darà il vantaggio di filtrazione che una maschera da procedura aderente”, spiega la Sickbert-Bennett. “E con i dati attuali che supportano l’efficacia di indossare la maschera nel prevenire la diffusione di COVID-19, il miglior tipo di doppio mascheramento è quando tu e la persona con cui stai interagendo indossate correttamente una maschera molto aderente.”[1]

Note e approfondimenti

  1. Fit Matters Most When Double Masking to Protect Yourself from COVID-19 | Newsroom (IA)
  2. Fitted Filtration Efficiency of Double Masking During the COVID-19 Pandemic | Otolaryngology | JAMA Internal Medicine | JAMA Network (IA) (DOI: 10.1001/jamainternmed.2021.2033)

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Data articolo