COVID-19, farmaco anakinra per artrite reumatoide sembra contrastare virus

Un farmaco che di solito si usa per curare l’artrite reumatoide sembra rivelarsi utile anche per contrastare il virus SARS-CoV-2 che provoca la malattia COVID-19 negli esseri umani.
Lo rileva un articolo di HealthDay che riprende uno studio francese che ha analizzato gli effetti sul nuovo coronavirus del farmaco anakinra.

Secondo quanto hanno scoperto i ricercatori, questo farmaco riesce ad aiutare l’apparato immunitario nelle risposte pro-infiammatorie contro il SARS-CoV-2.
I ricercatori, guidati da Gilles Kaplanski, dell’ospedale di Marsiglia, sono giunti a questa conclusione dopo aver condotto uno studio su 22 pazienti ricoverati per COVID-19. Tutti i pazienti erano stati trattati con il farmaco anakinra e non si erano avuti decessi ma miglioramenti con riduzioni del bisogno di ossigeno e con un numero minore di giorni in cui c’era bisogno di ventilazione meccanica.

Inoltre il farmaco sembra avere un effetto molto positivo sulla febbre già dopo la prima infusione endovenosa. In media la febbre tendeva a ritirarsi nei pazienti tre giorni dopo la prima infusione.
Si tratta in ogni caso di uno studio molto limitato (solo 22 pazienti) e quindi ci vuole molta cautela nel senso che ulteriori studi molto più ampi dovranno essere effettuati per capire la vera utilità di questo farmaco nel contesto della COVID-19.
Dovranno essere seguiti e analizzati migliaia di pazienti i quali potrebbero essere trattati con altri farmaci diversi che potrebbero essere da ostacolo o che potrebbero produrre effetti collaterali imprevisti e non prevedibili da uno studio piccolo come questo.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook