COVID-19 in Pakistan, lockdown in provincia da 50 milioni di abitanti

Un lockdown della provincia meridionale del Sindh è stata imposta dal governo del Pakistan nel tentativo di limitare la diffusione del virus della COVID-19. Si tratta dell’area più popolosa della nazione che conta quasi 50 milioni di abitanti e che è caratterizzata dalla presenza della città più grande del paese, Karachi.
Il blocco, secondo quanto ha dichiarato un funzionario del governo, dovrebbe partire domenica mezzanotte dovrebbe durare almeno due settimane.

La sola provincia del Sindh, nell’area meridionale del Pakistan, riporta da sola quasi il 50% dei casi di coronavirus accertati tramite test in tutto il Pakistan (645 casi ad oggi 22 marzo 2020).
“Ci sarà un blocco in tutta la provincia da oggi a mezzanotte per 15 giorni”, riferito il Primo Ministro Sindh Syed Murad Ali Shah attraverso un videomessaggio.
Il blocco riguarda i mercati, i centri commerciali, i ristoranti e la stragrande maggioranza dei luoghi pubblici, comprese le spiagge della regione. Ad essere chiuse saranno anche le scuole e le università, almeno fino al 31 maggio. A questo si aggiunge la sospensione di tutti i voli internazionali per due settimane.

Alle persone residenti in questa provincia sarà vietato uscire di casa se non in casi di necessità inderogabile. Per quanto riguarda l’eventualità di un blocco completo dell’intero paese, il Primo Ministro Imran Khan ha lasciato intendere che si tratta di una probabilità remota, probabilmente impossibile da mettere in atto (si ricorda che il Pakistan vanta 200 milioni di abitanti e un sistema sanitario pubblico relativamente debole).

Il 25% della popolazione del paese, infatti, come ricordano gli stessi funzionari del governo, vive attualmente sotto la soglia della povertà e un blocco completo ridurrebbe la maggior parte di loro alla fame: “Seminerebbe un caos nel paese più pericoloso del coronavirus”, riferisce il ministro secondo il quale l’unica cosa che può salvare i pakistani da questa pandemia è restare a casa; “Sono sicuro che la mia gente non mi deluderà”.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo

Resta aggiornato su Facebook